Viaggi

Come arrivare a Ponza: mezzi e itinerari

La più grande delle isole pontine si offre come uno degli scenari più suggestivi da visitare, ma come raggiungerla? Ecco tutti gli itinerari

Fonte: Google

L’isola di Ponza, nella stagione estiva, diviene il teatro di molti bagnanti attirati dalle acquee cristalline e da una splendida morfologia naturale. La più grande delle isole Pontine ha davvero molto da offrire. Ma come arrivare a Ponza? E’ bene organizzare bene il vostro viaggio nei minimi particolare, per godervi al meglio la vostra vacanza. Traghetti, aliscafi, b&b, hotel saranno ciò a cui dovrete dedicare attenzione.

Come ben sapete Ponza è un’isola. Se volete andare a Ponza, potete usufruire di vari mezzi di trasporto. Potete giungere con l’aereo all’aeroporto di Roma e recarvi all’imbarco al porto con un auto, un taxi o un autobus. In alternativa, potete procedere con il treno fino a Formia o Anzio: l’imbarco sarà vicinissimo, tanto da poterlo raggiungere tranquillamente a piedi. In alternativa, potete raggiungere Formia e Anzio con l’auto e poi imbarcarvi e finanche lasciarla in un parcheggio custodito in prossimità del porto.

In alternativa, è possibile raggiungere Ponza per il tramite di un elicottero. E’ una soluzione costosa, adoperata soprattutto nei periodi più affollati dell’anno, per evitare lunghe code.

Raggiungere Ponza in auto

Nell’eventualità in cui non vogliate rinunciare, anche su un’isola alla vostra auto, potete imbarcarla pagando un sovrapprezzo, grazie ai numerosi traghetti presenti. Ricordate ad ogni modo che, durante la stagione estiva, vige il divieto sull’isola di guidare auto ai non residenti. D’altronde, Ponza richiede lunghe passeggiate a piedi, lungo le spiagge e i promontori, quindi avrete un qualcosa in meno di cui preoccuparvi. Il maestoso corso, creato come meta dello shopping, inoltre, è percorribile solo a piedi.

I traghetti

I traghetti per l’isola di Ponza avvengono a partire da vari punti, quali Formia e Anzio, da cui parte Vetor Aliscafi e Laziomar. Questi vi garantiscono un viaggio comodo, dalla durata di due ore e mezzo. Inoltre questi due paesini sono quelli più facilmente raggiungibili. San Felice circeo vi garantisce una navigazione, con Pontina Navigazione, con motonave veloce di solo un’ora e venti minuti. Da Terracina, grazie alla Navigazione libera del Golfo, è garantita un’attraversata di soli 55 minuti. Esistono anche dei traghetti che partono da Napoli, che vi permettono di raggiungere l’isola in meno di tre ore. La società in questione è la Snav. Esistono anche traghetti e aliscafi che partono dall’adiacente isola di Ventotene in direzione Ponza.

Come arrivare a Ventotene

L’isola di Ventotene appartiene alla provincia del Lazio e si erge davanti alle regioni della Campania e del Lazio. L’isola ha origine vulcanica e fa parte delle isole Pontine. Il luogo era conosciuto dai romani e dai greci ed è noto per essere stato il luogo dove Augusto esiliò la figlia Giulia e zona di confinio durante il periodo fascista. Per arrivare a Ventotene, il modo principale è raggiungere il porto di imbarco a Formia. Qui partono tutti i giorni, numerosi traghetti e aliscafi, diretti dalla Laziomar. E’ possibile giungere a Ventotene con una barca. Sull’isola esistono due porti contigui, in cui attraccare con le barche: il Porto nuovo, in cui attraccare sul pontile galleggiante e il Porto romano, in banchina, dove è anche presente un distributore di carburante.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati