Viaggi

Organizzare una vacanza a Bruxelles: cosa vedere

Se state organizzando un viaggio nella capitale belga e non sapete cosa includere nel vostro tour, ecco la lista dei luoghi da vedere assolutamente

Fonte: google

Bruxelles, capitale del Belgio, è una delle città simbolo dell’Unione Europea, dal momento che ospita importanti istituzioni sovranazionali. Questo piccolo stato nel corso del tempo è diventato un mix di culture, lingue e tradizioni. Per quanto riguarda la densità demografica, Brussel, così è chiamata in olandese, ospita oltre un milione di abitanti su una superficie di poco superiore ai 161 chilometri quadrati.

Bruxelles è fortemente legata allo spettacolo. Non a caso, la città in epoca medievale era sede di spettacoli popolari e rappresentazioni di miracoli e misteri.

Sorta dapprima come una semplice fortezza, la capitale ha poi saputo svilupparsi in maniera sorprendentemente efficace, divenendo l’attuale grande centro conosciuto in tutto il mondo.

Cosa vedere

La capitale del Belgio offre due aeroporti, quello di Zaventem a una decina di chilometri da Bruxelles e l’aeroporto di Charleroi, questa volta a circa 45 chilometri. Ma cosa visitare una volta arrivati a destinazione? Partendo dal cuore della città si può fare una piacevole sosta alla Grand Place, una delle piazze più suggestive al mondo.

Incluso tra i patrimoni dell’Unesco c’è il Grot Markt, così definito in olandese. Si tratta di un capolavoro di eleganza assoluta. Questo magico luogo regala l’illusione di tornare indietro nel tempo con imponenti dimensioni della piazza, degli antichi edifici e dei tradizionali negozi che salvaguardano tradizioni culinarie vecchissime. Dalla piazza principale, lo sguardo si sposta sull’alta torre dell’odierno Palazzo Comunale, l’Hotel de Ville, con la sua Maison du Roi, nonché sede di un ricco museo storico.

Meravigliosi edifici pubblici e privati si affacciano sulla Grand Place, quasi a renderle omaggio. La Cattedrale di Saint Michel e Santa Gudula (i due protettori della città) è un’altra tappa da non perdere se ci si trova nella capitale. Questa chiesa imponente è uno degli esempi più belli di architettura gotica, un’immensa opera d’arte iniziata nel XIII secolo e la cui costruzione si è protratta per quasi trecento anni.

Bruxelles ospita importanti musei e collezioni d’arte, come la Maison du Roi. Non mancano poi i luoghi consacrati alle diverse fasi della storia, da quella antica a quella moderna. Esistono infatti diverse mostre di strumenti musicali, oggetti in plastica, fumetti e pittura. Infine, c’è il Museo dedicato al padre del surrealismo Renè Magritte, che si conferma essere il luogo di culto per gli estimatori dell’arte moderna.

I simboli di Bruxelles

Tra i simboli più noti c’è sicuramente il Manneken Pis, la statua bronzea alta meno di un metro e raffigurante un bambino che troneggia nell’antico centro storico della città. La bellezza del putto, che di frequente troviamo in chiese e piazze italiane è nota, ma quella del Manneken Pis è davvero unica. La statua è oggi uno dei simboli prediletti dai belgi.

Questa icona è in grado di rimarcare la loro fierezza e n simbolo a cui rendono omaggio in occasione di particolari ricorrenze. Al tour nel centro storico, si aggiunge il Parco di Laeken che ospita un’altra famosa icona di Bruxelles, l’Atomium. Come suggerisce il nome stesso, il monumento rappresenta la struttura di un atomo, le cui sfere metalliche ospitano le sale di un prestigioso museo della scienza.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati