Sport

Federer: le vittorie e le sconfitte più importanti

Roger Federer è stato il dominatore del tennis mondiale nel XXI secolo: ecco le vittorie e le sconfitte più significative della sua lunga carriera

Fonte: flickr

In oltre 18 anni di attività professionistica, Roger Federer ha conquistato più di mille vittorie, uscendo sconfitto solamente in duecento occasioni, raccolte soprattutto nei primi anni di carriera. Il cambio di marcia nel 2001, quando raggiunse le prime finali e conquistò le prime vittorie contro i tennisti più forti del momento. La carriera di Federer non è costellata solamente di grandi imprese, ma anche di brucianti delusioni. Ecco tutte le vittorie e le sconfitte della carriera di Roger Federer .

Sicuramente non sarà la sua vittoria più importante, ma il primo trionfo non si dimentica: dopo aver raggiunto la finale del torneo di Milano, Roger Federer batte Julien Boutter. Nel 2001 il tennista svizzero mette a segno la sua prima grande impresa: nei quarti di Wimbledon battè dopo cinque combattutissimi set Pete Sampras. Londra rimane il set delle sue vittorie più belle: nel 2003 riesce a conquistare il suo primo torneo del grande Slam vincendo la finale contro Mark Philippoussis.

Il rapporto tra la terra e Roger Federer non è mai stato dei migliori: solamente nel 2009 è riuscito a portare a casa il trofeo del Roland Garros. Sfruttando l’uscita di Rafael Nadal, il tennista svizzero sconfisse in finale Soderling in 3 set. Nello stesso anno, dette vita insieme a Andy Roddick a una delle finali più incredibili di Wimbledon, chiusa in favore di Federer solamente al quinto set. Con questa vittoria Roger Federer raggiunse la ventesima vittoria di uno Slam e la sesta consecutiva a Wimbledon. Nel 2014 in coppia con Wawrinka ha conquistato la Coppa Davis .

Ci sono alcune sconfitte difficili da dimenticare. Djokovic, Murray e Nadal sono stati gli artefici insieme a Federer del periodo d’oro del tennis moderno. Ma le sconfitte più dolorose sono venute per mano di Berdych che gli negò il settimo Wimbledon consecutivo nel 2010 e di Tsonga che l’anno successivo sull’erba londinese riuscì a rimontare due set e a uscire vittorioso al quinto. Le Olimpiadi sono un altro tasto dolente della carriera di Federer: a Pechino, da grande favorito, fu sconfitto ai quarti dallo statunitense Blake. A Londra nel 2012 perse in semifinale contro Del Potro in un incontro che durò oltre quattro ore.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati