Di cosa avresti bisogno in caso di blackout totale

Nell’eventualità (non così remota) che si verifichi un blackout totale ecco che cosa non deve mancarci.

9 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Rimanere senza corrente elettrica in casa è una vera scocciatura ma il blackout totale è un rischio meno remoto di quanto pensiamo. In un’intervista al quotidiano Il Giorno, infatti, il professor Andrea Aparo von Flüe ha commentato quanto accaduto in Spagna. La paura ha spinto migliaia di cittadini a fare scorta di torce e altri materiali per affrontare un eventuale blackout generale. Reazione esagerata, certo, ma a fronte di un problema reale che potrebbe coinvolgere 400 milioni di utenze in trenta nazioni

Docente alla Sapienza di Roma e dirigente d’azienda, Aparo von Flüe ha spiegato i motivi di tale rischio per la popolazione. L’Europa, afferma il professore, sta “spingendo al limite della capacità il sistema di produzione e distribuzione dell’elettricità”. È chiaro, dunque, che continuando di questo passo le probabilità di blackout aumentano a dismisura.

Dall’Albania al Portogallo, dalla Grecia alla Danimarca, dalla Turchia al Belgio passando ovviamente per l’Italia: l’Europa e l’intero bacino del Mediterraneo sono le aree a rischio. Ma, allora, è possibile prepararsi per far fronte al meglio alla mancanza di corrente per un periodo fra i sette e i quattordici giorni?

Secondo i consigli del docente ci sono alcuni oggetti che non dovrebbero, a questo punto, mai mancare nelle nostre case. Gli stessi, in particolare, imprescindibili in qualsiasi situazione di emergenza. Intanto, è buona abitudine tenere sempre scorte di acqua minerale considerando almeno una media di due litri al giorno per persona. Inoltre, è consigliabile avere scorte minime di cibo per sé e per i propri famigliari in modo da assicurarsi una certa autonomia.

E ancora, controlliamo di avere nella dispensa disinfettanti, i medicinali salvavita e generi di prima necessità per la cura della persona e della casa. Naturalmente, poi, non facciamoci mancare candele, torce e strumenti non elettrici di illuminazione. Importante anche avere a disposizione del combustibile (per la cottura e i riscaldamenti), delle coperte e una radio che funzioni a batterie. L’ultimo consiglio? Qualche libro, giochi di società e – potendo scegliere – una piacevole compagnia.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti