Colpito da infarto, viene salvato da un drone

In Svezia, un uomo colpito da un arresto cardiaco è stato salvato dal provvidenziale intervento di un drone

13 Gennaio 2022
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Siamo abituati a pensare ai droni come a strumenti utilizzati nell’ambito militare e dello spionaggio, in quello delle riprese ad alta definizione o, tutt’al più, nel mondo della logistica e delle consegne. È per questo che c’è da stupirsi per quanto avvenuto in Svezia, dove è stato proprio uno di questi fantastici strumenti della tecnologia a riuscire a volare in soccorso di un 71enne rimasto vittima di un infarto, salvandogli provvidenzialmente la vita.

A riferire la notizia è BBC Health, che racconta che un uomo che stava spalando la neve sul suo vialetto di casa, in Svezia, si è sentito male, essendo stato colpito da un arresto cardiaco. Un medico di passaggio, accortosi della cosa, lo ha soccorso e ha chiamato immediatamente il numero di emergenza. La sua telefonata ha quindi attivato un drone che ha immediatamente portato sul posto un defibrillatore.

Si tratta di un progetto tutto svedese, che fa parte di una partnership tra il policlinico Karolinska Institutet di Stoccolma, il servizio di emergenza sanitaria nazionale e l’azienda produttrice del drone, Everdrone.

L’utilizzo dei droni nell’ambito di emergenze medico-sanitarie può rappresentare il futuro nel salvare la vita alle persone, in quanto il loro invio sul posto è generalmente più rapido rispetto a quello delle autoambulanze, che rischiano troppo spesso di arrivare tardi per problemi di viabilità. Nel caso del 71-enne salvato dal drone, ad esempio, l’arrivo del drone ha permesso di utilizzare il defibrillatore per tenerlo in vita in attesa dell’arrivo dell’ambulanza, che ha potuto poi trasportarlo in ospedale.

È per questo che, nei prossimi anni, si stima che l’utilizzo dei droni per il trasporto dei defibrillatori potrebbe diventare la prassi per i presidi di Pronto Soccorso e, inoltre, potrebbero presto essere impiegati anche in altre situazioni di emergenza, come il trasporto di organi o di sangue per le trasfusioni.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti