Follia Putintseva, perde e manca di rispetto all'avversaria

Niente stretta di mano a fine match e volto girato dall'altra parte, figuraccia della kazaka

Fonte: Getty Images

Il tennis è, senza ombra di dubbio, lo sport in cui il rispetto per l’avversario è una delle caratteristiche più evidenti. A fine partita, i due gladiatori, sono soliti salutarsi, accettando il verdetto del campo. Bene, a Charleston, torneo WTA, Yulia Putintseva deve aver dimenticato le buone maniere.

La tennista kazaka, 22 anni, è stata superata, in campo, da Magda Linette, di tre anni più grande di lei. Una partita combattuta, chiusa al terzo set a favore della polacca. Al momento del saluto finale, Yulia, decisamente adirata, ha girato la testa altrove, evitando la stretta di mano e “concedendo” all’avversaria, rimasta sbigottita, una sorta di “cinque” al volo.

Il motivo? Avanti 4-0 (e servizio) nel set decisivo, la kazaka si è fatta rimontare dall’avversaria. Perso il parziale, Yulia non si è più controllata, comportandosi in maniera “poco conforme alle regole del tennis”. Subito, soprattutto sui social, si sono scatenate le polemiche. In tanti hanno condannato il gesto della Putintseva, accusata di aver mancato di rispetto non solo all’avversaria che l’aveva battuta in campo ma anche al tennis.

Mandy Minella, tennista del Lussemburgo, ha anche twittato il video del fattaccio. Un post che ha spinto la top player Caroline Wozniacki a “consigliare” di non dare spazio a simili situazioni che poco hanno a che fare con il vero tennis.

In realtà non è la prima volta che, nel tennis, qualcuno decida di evitare di stringere la mano all’avversario di turno. Proprio a Charleston, nel 2004, è accaduto un caso molto simile nella sfida, di semifinale, tra la Martinez e la Schnyder. Persa la sfida con Conchita, Patty Schnyder opta per un “finto” saluto, lasciando la spagnola a bocca aperta e molto confusa.

Ora è la volta di Julia Putintseva, 22enne dal carattere fumantino…

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti