0, 2, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Salvador Dalí, ritrovato un misterioso quadro dopo 75 anni

Gli studiosi hanno ritrovato un dipinto di Dalì scomparso da 75 anni e ritrovato in una collezione privata

Salvador Dalí continua a sorprenderci a quasi trent’anni dalla sua morte. In questi giorni infatti è stato ritrovato un misterioso quadro del pittore che era scomparso da ben 75 anni. Si tratta di un dipinto senza titolo che faceva parte di una collezione privata.

Per moltissimo tempo l’opera d’arte è rimasta nascosta, ma oggi tutti potranno ammirarla grazie ad una mostra che si terrà a New York. Il quadro è stato analizzato da Nicolas Descharnes, uno dei massimi studiosi di Dalí, che ha confermato l’autenticità del dipinto.

Lo studioso ha spiegato di aver sottoposto il quadro a numerosi test, fra cui l’analisi delle firme, le foto ad infrarossi e ovviamente le ricerche d’archivio. Tutto questo gli ha consentito di scoprire che si trattava di un’opera autentica di Dalí.

Secondo l’esperto sarebbe stato realizzato nei primi mesi del 1932 quando Dalí viveva ancora in Spagna con la moglie Gala. La datazione è stata possibile grazie all’analisi dei pigmenti.

Descharnes che ha autenticato anche “La nascita intrauterina”, uno dei primi lavori surrealisti di Salvador Dalí, ha svelato che il quadro è stato firmato con il nome “Gala Salvador Dalí”. Si tratta di uno dei modi in cui il pittore rendeva spesso omaggio all’amatissima moglie, sua musa ispiratrice.

Il dipinto senza titolo sarebbe ispirato ad una finestra esterna nella casa di Dalí e Gala a Port Lligat in Spagna, dove la coppia ha vissuto dal 1932 al 1982. Gli oggetti che si possono vedere nell’opera d’arte appaiono anche in “Morphological Echo” opera successiva dell’artista realizzata nel 1934-36.

Il dipinto è molto semplice, una rarità per le opere di Dalì non ha un titolo e secondo gli studiosi sarebbe già stato esposto in due mostre che si sono tenute a Parigi negli anni Trenta e in cui erano presenti molte creazioni senza titolo. Se volete ammirare il quadro non vi resta che recarvi presso la Heather James Fine Art Gallery di New York dove verrà mostrato al pubblico per alcune settimane.

Il valore dell’opera d’arte perduta di Dalì non è stato reso noto, ciò che è certo è che vale una vera fortuna. Di recente gli studiosi avevano riscoperto due dipinti venduti negli anni Trenta ad una contessa argentina: “Maison Pour Erotomane” e “Gradiva”, che avrebbero un valore stimato fra 1,2 milioni e 1,8 milioni di sterline.

Salvador Dalì

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti