In Francia hanno inventato l'igloo per i senzatetto

Per aiutare i senzatetto a fronteggiare il freddo, un ingegnere francese ha realizzato degli igloo con materiale isolante

Nei mesi invernali, centinaia di senzatetto sono costretti a fronteggiare freddo glaciale e intemperie: per aiutarli, in Francia hanno inventato uno speciale igloo.

Non si tratta chiaramente di una delle abitazioni in ghiaccio nella quale dimorano gli eschimesi, ma di un riparo realizzato con polietilene espanso, lo stesso materiale con cui si fabbricano le piscine e che ha le stesse proprietà isolanti della lana di vetro o del polistirolo. L’igloo è molto più spazioso e termicamente protettivo delle tende, ed è già stato usato lo scorso anno per aiutare alcuni clochard di Bordeaux e Parigi, ma si sta pensando di diffonderlo anche in altre regioni della Francia.

Ad inventarlo, è stato un giovane ingegnere francese specializzato in energie rinnovabili, Geoffroy de Reynal. L’idea gli è venuta pensando ai senzatetto che vivono nella sua città, Bordeaux, lungo le rive de La Garonne. Per aiutarli a sopravvivere a temperature a dir poco micidiali, il ragazzo ha pensato ad un igloo lungo 2 metri, largo 1,20 e alto 90 centimetri. Il rifugio si monta facilmente e si apre nei due lati, e vanta una parte superiore fatta di foglie di alluminio placcato per mantenere all’interno una temperatura superiore di 15-18° rispetto a quella esterna.

In definitiva, all‘interno dell’igloo si creano le condizioni essenziali per sfruttare al massimo la temperatura corporea e permettere a chi non può disporre di una vera e propria abitazione di fronteggiare il rigido clima invernale. Un altro valore aggiunto è quello della praticità: quando non sono utilizzati, i rifugi possono essere disposti in spazi pubblici e parcheggi, senza occupare molto spazio.

In quasi tutte le grandi città europee è presente un gran numero di senzatetto: nonostante molte capitali siano attrezzate con rifugi e strutture per l’accoglienza, i posti letto non sono in numero sufficiente per tutti. Per questo motivo in alcune zone si sono adottate soluzioni poco convenzionali per aiutare queste persone soprattutto nei mesi invernali: oltre agli igloo di Bordeaux, c’è da segnalare l’iniziativa di alcuni club di Berlino. Nella capitale tedesca, infatti, dei locali notturni hanno deciso di aprire le porte agli homeless, trasformandosi per alcuni giorni in veri e propri rifugi.

In Francia hanno inventato l'igloo per i senzatetto

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti