La storia dei gatti salvati dai marinai su una nave in pericolo

Non hanno pensato a salvare solo la propria pelle ma si sono premurati di garantire la vita anche ai gatti che viaggiavano sulla stessa nave.

5 Marzo 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123RF

Arriva dalla Thailandia, in particolare dalle acque thailandesi, la storia di un salvataggio speciale. I militari della marina, infatti, hanno dovuto affrontare il mare in burrasca che rischiava di mettere in pericolo la sopravvivenza dell’equipaggio intero. Le acque tempestose non hanno, però, ostacolato l’impegno di salvare alcuni gatti rossi su una nave in fiamme.

Al largo di un’isola nel Mare delle Andamane, nel cuore dell’Oceano Indiano, l’imbarcazione che ospitava quattro felini stava per prendere fuoco. La situazione si profilava drammatica per cui l’assenza di un intervento, che pure sarebbe stata giustificata dalle condizioni atmosferiche, avrebbe determinato la morte dei mici.

Eppure, i marinai non si sono tirati indietro. Portato in salvo l’equipaggio, gli uomini della marina militare si sono spinti in mare per controllare lo scafo che si era completamente ribaltato. Osservandone la struttura hanno notato una copiosa fuoriuscita di petrolio e hanno, così, scovato i quattro mici impauriti.

Gli animali erano stati evidentemente dimenticati nell’emergenza e si erano nascosti per cercare riparo. “Con la fotocamera ho ingrandito l’immagine della barca e ho visto le teste di due o tre gatti spuntare”: queste le parole del sottufficiale di prima classe Wichit Pukdeelon, della divisione di difesa aerea e costiera della marina riportate su Greenme.

Avvistati, uno dei marinai si è subito gettato in mare nuotando verso l’imbarcazione per recuperare i felini dalla trave di legno che spuntava sulla superficie. L’escamotage per portare con sé gli animali è stato semplicissimo: l’uomo ha fatto in modo che con le unghie si aggrappassero al suo giubbetto di salvataggio. A uno a uno, i mici sono così stati trasferiti al salvo sulla barca dei soccorsi e ora godono tutti di ottima salute assistiti dagli stessi marinai che li hanno recuperati.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti