La storia del primo biglietto d'auguri natalizio

Fu inventato nel 1843 e dal 20 novembre può essere ammirato a Londra in occasione della mostra Dickens and the Business of Christmas.

Le feste natalizie si avvicinano e la corsa ai regali e ai biglietti d’auguri inizia a diventare intensa. Non poteva dunque esserci mostra più azzeccata di Dickens and the Business of Christmas, che aprirà i battenti a Londra il 20 novembre nella casa che fu proprio del celebre scrittore.

La notizia curiosa è che in mostra ci sarà il primo biglietto natalizio della storia. Si tratta di una litografia colorata a mano nel 1843: poco più di 2000 copie furono realizzate e costavano 1 scellino l’una. Purtroppo però ci sarebbero voluti altri cinque anni per far decollare ufficialmente una tradizione consolidatissima tuttora.

L’idea venne a Henry Cole, uno dei fondatori del V&A Museum, che assegnò il lavoro all’illustratore John Callcott Horsley: nell’immagine si vede una famiglia intenta a festeggiare il Natale con cibo e abiti da donare ai poveri.

Sebbene la moda dei biglietti di auguri natalizi partirà ufficialmente anni dopo, Henry Cole è tuttora considerato l’inventore di questa pratica diffusissima: che ne pensate dei primi auguri mai recapitati per posta?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti