Dov'è Babbo Natale? Seguiamo il suo viaggio natalizio

Norad Tracks Santa: il programma del Comando Aerospaziale americano che permette di seguire il viaggio di Babbo Natale intorno al mondo

Fonte: Noradsanta

Se i vostri bambini proprio non riescono a dormire e ad attendere la mattina di Natale per vedere che doni Babbo Natale ha portato loro, se insistono per sapere quante ore, minuti e secondi mancano all’arrivo del vecchio barbuto e se proprio non vogliono stare buoni, quest’anno -come accade da oltre 60 anni in America- potrete colmare la loro curiosità con Norad Tracks Santa.

Nato per caso nel 1955, il progetto è ancora oggi attivo e disponibile in tutto il mondo tramite Internet. Interessante, direte, ma di cosa si tratta esattamente? Scopriamo di più.

Dal Comando Aerospaziale al Norad: 60 anni seguendo Babbo Natale

È il 1955 quando un banale errore dà vita a quello che diventerà un longevo progetto natalizio: a causa di un errore di stampa nella campagna pubblicitaria, il numero che i bambini avrebbero dovuto comporre per parlare con il Babbo Natale di un’azienda viene confuso con quello del Comando per la Difesa Aerospaziale. Le chiamate arrivano, quindi, sulla linea interna del Colonnello Harry Shoup, che decide di non rovinare il Natale ai bambini ed ordina ai dipendenti di reggere il gioco e rispondere alle varie domande e richieste.

Nel 1958 il Comando cambia il nome in Norad, ma decide di proseguire la tradizione. Oggi è possibile raggiungere il programma Norad Tracks Santa tramite telefono, email, Skype e visitare il loro magico sito web.

Norad Tracks Santa: countdown, giochi e musica

Sul sito ufficiale -consultabile in diverse lingue tra cui anche in italiano- del Norad è possibile immergersi completamente nell’atmosfera del Polo Nord.

Dalla Home Page è possibile seguire il countdown che ci porta verso lo scoccare della mezzanotte ed accedere alle varie sezioni: il Polo Nord conduce ad un piccolo villaggio virtuale che offre giochi online -uno diverso per ogni giorno di Avvento-, video ed approfondimenti sulle tradizioni natalizie da tutto il mondo.

È anche presente una sezione dedicata proprio al progetto Norad, che spiega la sua nascita e ci fa conoscere alcune delle domande più frequenti e curiose fatte dai bambini nel corso degli anni (quanti anni ha Babbo Natale? E come fa a scendere dai camini per consegnare i regali?).

Immancabile per immergersi completamente nell’atmosfera, è la musica natalizia, con una sezione che offre le canzoni più famose della tradizione.

Ma come è possibile seguire Babbo Natale nella sua notte di lavoro? Ci sono satelliti che seguono il raggio infrarosso emesso dal naso di Rudolf -la più famosa renna di Babbo Natale-, molto simile al segnale emesso da un missile. Almeno così dicono.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti