Il mistero dietro la nascita di Diabolik sta per essere svelato

Il docu-film "Diabolik sono io" sta per svelare un mistero dietro l'origine del popolare personaggio dei fumetti

C’è un mistero dietro le origini di “Diabolik” e sta per essere svelato (e risolto?) al cinema.

A partire da lunedì 11 marzo 2019, per tre giorni, approda nelle sale cinematografiche “Diabolik sono io“, un film del regista milanese Giancarlo Soldi, già dagli anni Ottanta grande fan del noto personaggio dei fumetti creato nel lontano 1962 dalle sorelle Giussani (che dalla sua nascita a oggi ha venduto quasi 150 milioni di copie).

Il mistero di cui si parla in “Diabolik sono io”, nello specifico, riguarda il disegnatore del primo albo, intitolato «Il re del terrore»: Angelo Zarcone, dopo aver disegnato quel fumetto, è sparito nel nulla subito dopo, tanto che la figura del “Tedesco” (così veniva soprannominato per la sua carnagione chiara e i suoi capelli biondi) è diventata quasi leggendaria. Per ritrovarlo, negli anni Ottanta, le sorelle Giussani si sarebbero anche rivolte, invano, a un detective privato.

Il regista Giancarlo Soldi, in “Diabolik sono io”, immagina Zarcone nella Milano di oggi, colpito da amnesia e rimasto miracolosamente giovane. A interpretare questo personaggio è l’attore Luciano Scarpa. Nel film, Stefania Casini veste i panni dell’avvocato Bianca Rosselli, mentre Claudia Stecher presta il volto a una misteriosa ragazza.

La ricerca dell’identità di Angelo Zarcone (a partire da una sola parola che gli risuona in testa, cioè proprio «Diabolik») si intreccia con la ricostruzione dell’origine del popolare personaggio del fumetto, attraverso i racconti di alcuni esperti come Milo Manara, Mario Gomboli (che ha co-scritto soggetto e sceneggiatura del film), Alfredo Castelli, Tito Faraci, Gianni Bono, Giuseppe Palumbo, Carlo Lucarelli, Andrea Carlo Cappi, Massimo Cantini Parrini e i Manetti Bros (che stanno lavorando a un altro film su Diabolik, che potrebbe uscire al cinema nell’autunno 2020).

A fare da filo conduttore del film è un’intervista delle sorelle Giussani riemersa dalle Teche Rai.

Diabolik sono io” è un docu-film prodotto da Anthos Produzioni con Rai Cinema in collaborazione con Astorina (casa editrice di Diabolik) e realizzato con il sostegno del MiBAC. Il film, il cui sottotitolo ufficiale recita «Il mistero che avvolge le origini del mito», verrà distribuito in circa 200 sale cinematografiche in tutta Italia da Nexo Digital, come evento speciale solo per tre giorni, l’11, il 12 e il 13 marzo 2019.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti