Preservativi nello spazio, associazione svedese vuole insegnare il sesso sicuro agli alieni

Un'idea alquanto bizzarra è stata elaborata da un'associazione svedese che da giorni sta sollecitando la NASA: è arrivato il preservativo "spaziale"

Quello che vorrebbe fare questa associazione è: mandare dei preservativi nello spazio. Il motivo? Lo scopo? Il fine? Sono in molti a porsi queste domande, la richiesta è infatti davvero molto stravagante. Ora vediamo di capire come è nata questa idea e come potrebbe davvero essere utile l’attuazione del progetto.

A quanto dicono loro potrebbe essere “utile” insegnare agli alieni a fare sesso sicuro per non avere figli. Ebbene si, l’associazione svedese ha anche iniziato una campagna, la quale è già virale su internet, al fine di iniziare gli alieni all’Educazione Sessuale (RFSU). Secondo l’associazione gli “incontri caldi” con gli alieni devono essere protetti, tanto quanto lo sono quelli tra noi “umani”.

La campagna

La campagna è stata lanciata proprio per convincere la NASA ad inviare preservativi nello spazio, di modo che umani e alieni possano trascorrere la notte insieme mantenedo comunque una sicurezza, devono poter proteggersi anche loro. Il video della campagna è diventato virale su internet già da qualche giorno, un video che prende ispirazione dal famoso film di George Lucas Star Wars ideato per promuovere questa idea. L’organizzazione no-profit ha anche dichiarato che il preservativo è una delle invenzioni più importanti che noi umani abbiamo mai fatto.

La campagna è cominciata in concomitanza con la Giornata Mondiale della Contraccezione infatti ha proprio lo scopo di promuovere l’uso dei condom in tutto il mondo e non solo. Nella petizione scritta per la NASA l’organizzazione ha scritto: “L’accesso ai contraccettivi è un diritto universale. Con il preservativo spaziale, ci proponiamo di adempiere questo diritto in modo veramente universale”

La petizione

Qui di seguito vi riportiamo le parole esatte che sono state scritte dall’associazione svedese alla NASA nella petizione che gli hanno inviato per convincerli a mandare nello spazio anche i preservativi, una tra le più grandi invenzioni di sempre.
“Cara Nasa, è ben noto di come tu invii nello spazio cimeli in modo tale che, se c’è vita extraterrestre, possa avere un’idea di come siamo sulla Terra“. Inizia così la richiesta inviata all’agenzia spaziale statunitense. Di cui non sappiamo le reazioni.

“Hai dimenticato di informare gli extraterrestri di un oggetto super importante: il preservativo“. Con altrettanto ardita considerazione: “Non possiamo sapere di come siano gli organi sessuali alieni. Un preservativo potrebbe sempre tornare utile se dovessero decidere di visitare la Terra e avere rapporti intimi con noi“. Staremo a vedere come si evolverà questa faccenda. Cosa risponderà la NASA? Quale sarà la prossima mossa dell’associazione svedese?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti