In questo quadro del XVI secolo c'è lo scherzo di un ragazzino

Cosa si nasconde dietro il ritratto di Andrea Odoni fatto da Francesco Lotto? Una metafora sul senso della vita

Lorenzo Lotto è stato un artista italiano vissuto nel XVI secolo che ha lasciato qualcosa nei suoi quadri che forse non avete mai visto.

Lorenzo Lotto è un pittore vissuto tra il 1400 e il 1500, principale esponente del Rinascimento veneziano (anche se di fama un po’ inferiore a Tiziano, molto più famoso all’epoca). La carriera di Lorenzo Lotto non è stata sempre al top, dato che spesso le sue opere non erano valutate molto bene: ed è stato soprattutto dopo la sua morte – com’è accaduto purtroppo a molti artisti – che è stato rivalutato dalla critica. Molto introverso e dal carattere difficile, Lorenzo Lotto era famoso per i suoi ritratti: ma non si trattava di ritratti qualsiasi, bensì di lavori che andavano a scavare molto nella psicologia del personaggio. Come disse Argan, «All’opposto di quelli di Tiziano, i ritratti del Lotto sono i primi ritratti psicologici: e non sono, naturalmente, ritratti di imperatori e di papi, ma di gente della piccola nobiltà o della buona borghesia, o di artisti, letterati, ecclesiastici». Ma sembra che il pittore abbia deciso di fare uno scherzetto.

Se guardate il dipinto di Lorenzo Lotto dove è stato raffigurato Andrea Odoni, forse noterete che c’è qualcosa di divertente sullo sfondo. Esposto alla National Gallery di Londra – ma fa parte della Royal Collection di Buckingham Palace – è impossibile non notare che dietro Odoni ci sono alcune statuette raffiguranti Ercole messe in pose abbastanza bizzarre. C’è Ercole con una mazza in mano, Ercole che strangola a morte Anteo. C’è una Venere che si lava una gamba con il volto girato di lato apparentemente ignara di un Ercole ignudo e ubriaco che le urina vicino. Sembra una beffa di un ragazzino, forse uno scherzo che il pittore ha voluto fare ad Andrea Odoni. Ma in realtà è proprio in quello che sembra uno sfregio, che si ritrova tutta la caratterizzazione artistica di Lorenzo Lotto.

Queste statue antiche raffiguranti Ercole, poste dietro Odoni, in realtà sono una meditazione sulle dignità e le umiliazioni della vita. Cosa vuol dire? Che Lotto vuole trasmettere un messaggio: che la nostra esistenza può essere allo stesso tempo eroica e assurda, tragica e divertente. Non una sola cosa. Ma molte. Proprio come le raffigurazioni di Ercole.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti