Questo gatto è stato salvato dopo giorni su un palo della luce

La storia di Panther, che ha trascorso giorni bloccato su un palo dell’elettricità.

15 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

La storia di Panther ha avuto, per fortuna, il suo sospirato lieto fine ma per alcune ore il felino se l’è vista davvero brutta. Siamo a Denver, negli USA, e il sobborgo è quello di Aurora, dove vivono Alexis e Kimberly. La coppia si è accorta che il micio di casa era sparito e immediatamente si è messa in moto per cercarlo. Le ore, però, trascorrevano e i due proprietari stavano ormai disperando della possibilità di ritrovare il loro amato animale.

Fino a quando, dopo un paio di giorni, le ricerche hanno dato i loro frutti che però non erano quelli sperati. Panther, infatti, è stato individuato sulla sommità di un palo dell’energia elettrica a ben undici metri da terra. I primi tentativi per farlo scendere sono caduti nel vuoto: il gatto, infatti, non ha ceduto né al richiamo dei padroni né alla fame. Probabilmente immobilizzato anche per il terrore, Panther è rimasto impietrito anche quando, dal cielo grigio, hanno iniziato a cadere i primi fiocchi di neve.

La preoccupazione in Alexis e Kimberly continuava a crescere e, così, si è pensato di mobilitare gli operatori dell’Aurora Animal Control e la compagnia che gestisce la distribuzione dell’energia elettrica nella zona. Nulla da fare, secondo le procedure occorre aspettare che l’animale scenda da solo. Ma come rimanere con le mani in mano, essendo trascorsi ormai diversi giorni? Risolutivo è stato l’intervento del consigliere comunale Curtis Gardner che è riuscito a far arrivare sul posto i vigili del fuoco.

I pompieri, grazie all’autoscala, hanno raggiunto Panther recuperandolo dalla cima del palo della luce. Mai come in quel momento, il gatto è stato felice di saltare nel suo trasportino. Un’esperienza finita nel migliore dei modi ma che ha visto attimi di paura e che ha segnato profondamente il micio e la sua famiglia. Se, infatti, prima il gatto gironzolava liberamente anche all’aperto, d’ora in poi Alexis e Kimberly intendono tenerlo ben sotto controllo in casa.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti