Vi ricordate il gatto di “Alien”? Avrà uno spin-off solo per lui

Un libro illustrato dedicato interamente a Jonesy, il gatto sopravvissuto di Alien.

Un libro illustrato dedicato interamente a Jonesy, il gatto sopravvissuto di Alien.

Gli appassionati di Alien hanno da sempre una gran simpatia per uno dei personaggi secondari della prima pellicola, risalente al 1979. Non ha neanche una battuta, eppure tutti ricordano perfettamente il suo nome. Jonesy.

Si tratta del gatto che, tra noia e terrore, si aggira per la Nostromo nel classico di Ridley Scott. A bordo c’è uno xenomorfo in libertà, pronto a fare a fette chiunque, non riuscendo nell’impresa sia con Ripley che con il docile Jonesy.

A distanza di anni, e dopo migliaia di meme sul web, ecco finalmente il meritato riconoscimento al coraggioso e fortunato felino, un libro illustrato sulle sue avventure. Il titolo è ‘Jonesy: Nine Lives on the Nostromo’, realizzato dall’autore Rory Lucey. Le illustrazioni hanno il proposito di mostrare l’intera storia della pellicola dal punto di vista del felino.

Neanche a dirlo, la visione di Jonesy è decisamente differente. La vita è questione di prospettive, e quella del gatto è a dir poco particolare. Pericolo di vita costante? Non proprio, non per lui.

Lucey ha spiegato le origini di tale ispirazione: “La prima volta che ci ho pensato è stato quando ho fatto vedere il film a mia moglie. La prima cosa che mi ha chiesto è stata: ‘Il gatto muore?’”. Una situazione drammatica e due soli sopravvissuti. Di uno sappiamo tutto, ovvero di Ripley, dell’altro invece davvero nulla. Mentre un baby xenomorfo spuntava fuori dal petto di John Hurt e il resto dell’equipaggio lentamente veniva fatto fuori, Jonesy come passava le sue giornate?

Il libro illustrato ha il pregio di seguire con attenzione le vicende di Alien, con un approccio però totalmente giocoso: “Ho provato ad addolcire i momenti più paurosi, aggiungendo quelle gestualità tipiche dei gatti. C’è Jonesy che lecca il didietro nella capsula di salvataggio ad esempio. I gatti non reagiscono come noi alle situazioni di tensione. Per ottenere un tipo di umorismo naturale, mi è dunque bastato restare alquanto fedele alla natura felina”.

Ecco dunque un’idea più che intrigante per chiunque voglia anticiparsi di un bel po’ sui regali di Natale, sapendo d’avere un fan di Alien in famiglia e, siamo onesti, tutti ne abbiamo almeno uno.

Alien, gatto Jonesy e Ripley

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti