Anche il Brezel è stato inventato in Italia

Non tutti concordano, ma a quanto pare questo tipo di pane molto popolare in Germania sarebbe nato in Italia

24 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Ansa

Una cosa è certa: quando si parla di cibo noi Italiani possiamo solo dare lezioni al mondo intero. A quanto pare infatti anche il Brezel (chiamato anche Bretzel o Pretzel) sarebbe stato inventato in Italia. Per chi non lo conoscesse si tratta di un tipo di pane molto popolare tra le popolazioni di origine teutonica, e quindi diffuso soprattutto in Germania.

Il Brezel, come riporta Wikipedia.it, ha la forma di un anello con le due estremità annodate. I fornai esperti eseguono un movimento veloce per dare al Brezel in meno di un secondo la sua forma caratteristica. A Monaco di Baviera e in tutta l’area dove è diffuso può accompagnare, ad esempio, il tradizionale Weißwurst, il Würstel bianco bavarese, con la senape dolce.

Gli ingredienti del Brezel sono farina di grano tenero, malto (o miele in alcune varianti), lievito di birra e acqua, oltre al bicarbonato di sodio. In alcune regioni viene aggiunto anche lo strutto o utilizzata farina integrale, di farro o di altri cereali. Sulla glassatura creata dalla soluzione alcalina prima della cottura viene spolverato del sale grosso oppure dei semi di sesamo.

Ma parlavamo della sua italianità. Ebbene, l’origine del Brezel – anche se non tutti concordano – si colloca nei monasteri del nord Italia, intorno al 610, dove i monaci producevano, con i resti dell’impasto del pane, delle striscioline che ricordavano le braccia di un monaco incrociate a mo’ di preghiera. I tre buchi che si formavano, rappresentavano la Santissima Trinità. In seguito si troveranno anche nel sud della Francia e quindi in Germania.

I monaci davano i Brezel come premio ai fanciulli che imparavano a memoria versi e preghiere della Bibbia. Furono chiamati per tale motivo pretiola, ovvero ricompensa, o come brachiola, dal latino brachium o bracellus (dalla posizione delle braccia incrociate o braccia conserte). In seguito i pretiola attraversarono le Alpi e in Germania, soprattutto in Baviera, divennero conosciuti come Brezel. Prima consumati mezzi crudi, secondo una leggenda divennero tostati grazie a un fornaio che si addormentò sul posto di lavoro.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti