Cosa significa foodporn? Quando usare questo hashtag su Instagram

Avete mai sentito parlare di foodporn? Se frequentate i social è altamente probabile che abbiate letto questa parola. Ecco cosa significa

15 Maggio 2023
Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino

Giornalista

Ph(D) in Diritto Comparato e processi di integrazione e attivo nel campo della ricerca, in particolare sulla Storia contemporanea di America Latina e Spagna. Collabora con numerose testate ed è presidente dell'Associazione Culturale "La Biblioteca del Sannio".

Se siete appassionati di cucina o semplicemente di cibo, sicuramente avrete sentito parlare del termine “foodporn” o dell’espressione “food porn”. Oppure avete visto di certo utilizzare questo hashtag su Instagram, su Facebook o su TikTok.

Ma cosa significa esattamente? E quando è giusto usarlo?

In questo breve articolo cercheremo di comprendere il significato appropriato e i tanti fraintendimenti che provoca.

Partiamo con il dire che nasce dall’accostamento di due parole:

  • food, che in inglese vuol dire “cibo”;
  • porn, che in inglese vuol dire “pornografia”.

Questi due termini, messi l’uno accanto all’altro, danno quindi l’idea di un qualcosa di esagerato, di estremo, di fuori dal mondo. Anche perché descrive fotografie di cibo che sono così belle, deliziose e seducenti da far venire l’acquolina in bocca. Ma sarà questa l’interpretazione corretta? Foodporn è sinonimo di estremo?

Cosa significa food porn

Quel che è certo è che il termine food porn è diventato una vera e propria tendenza sui social negli ultimi anni. Per molti, che si dilettano nella fotografia di cibo e nella condivisione delle loro creazioni culinarie online, è diventato un vero e proprio stile di vita. Ma, proprio per questo motivo, viene da chiederci qual è il vero significato del food porn.

Le immagini di food porn sono foto elaborate con grande cura e attenzione ai dettagli e alla qualità. Si usano fotocamere di altissimo livello, filtri, inquadrature e altre tecniche di editing per migliorare l’aspetto del cibo e renderlo ancora più invitante.

Il risultato finale è spesso un’immagine che sembra uscita direttamente da un libro di ricette o da un ristorante di lusso. Qualcosa che colpisce immediatamente all’occhio.

Ma il concetto non è solo un modo per mostrare cibo delizioso. Talvolta viene utilizzato anche per cibi molto calorici, costosi o che possono essere considerati “peccati di gola”. In questo modo, il food porn diventa una sorta di espressione del piacere di concedersi un certo cibo. Desideri, quindi, ma non proibiti. Altrimenti sui social rischierebbero altri tipi di censura e divieti.

La parola “porn” accostata a “food” può sembrare fuori luogo, ma indica perfettamente la capacità delle immagini contrassegnati dall’hashtatg #foodporn di mantenere alta la concentrazione sui piatti che mostrano. Come per il porno “tradizionale”, il food porn ha lo scopo di accendere i desideri di chi guarda quell’immagine, ovvero di far venire l’acquolina in bocca.

In questo senso, il tutto può essere considerato come un’esperienza multisensoriale, che coinvolge la vista (e, nei video, l’udito) prima di stimolare gli altri sensi, come l’olfatto, il tatto e il gusto.

In poche parole, dunque, possiamo affermare che con food porn si intende l’immagine di un cibo talmente ben presentato che è capace di suscitare appetito alla sola vista.

Foodporn da non confondere con il junk food

Uno dei maggiori equivoci riguardo al food porn è quello di confonderlo con il junk food. In realtà, il concetto di food porn non ha nulla a che fare con il cibo spazzatura. Anzi, il food porn può essere utilizzato per mostrare piatti sani e nutrienti, rendendoli altrettanto appetitosi e invitanti come quelli meno salutari.

Non c’è alcuna ragione per cui il food porn debba essere limitato al junk food o ai piatti poco salutari. Anzi, molti chef e food blogger utilizzano questo stile di fotografia per presentare piatti raffinati e salutari. In questo modo, il food porn diventa uno strumento per promuovere uno stile di vita sano e bilanciato, invece di essere associato solo a cibi grassi e poco salutari.

In sostanza, il food porn non è una questione di contenuto di grassi o proteine di un certo alimento, ma di estetizzazione del cibo. Si tratta di un modo per mostrare il cibo in modo seducente e invitante, indipendentemente dal fatto che sia salutare o meno. È un concetto che ben si adatta a qualsiasi tipo di cibo, dall’hamburger alla quinoa, a condizione che sia presentato in modo attraente e invitante, in grado di coinvolgere emotivamente chi guarda.

Come e quando utilizzare l’hashtag foodporn

L’hashtag #foodporn può essere utilizzato per descrivere immagini di cibo che hanno un aspetto particolarmente invitante e curato. Le foto che utilizzano questo hashtag dovrebbero esaltare l’aspetto estetico del piatto, rendendolo appetitoso anche solo a guardarlo. Questo tipo di immagini richiede una particolare attenzione alla presentazione, ai dettagli, ai contrasti cromatici e alla composizione generale del piatto.

Quando si sceglie l’hashtag #foodporn, è quindi importante evitare di cadere nella trappola di usarlo per qualsiasi tipo di cibo o preparazione. Invece, dovremmo cercare di utilizzarlo solo per quei piatti che meritano di essere esaltati esteticamente, che siano belli da vedere e gustosi da mangiare.

Inoltre, è importante considerare che l’hashtag #foodporn non dovrebbe essere utilizzato solo per attirare l’attenzione o per guadagnare like sui social network.

Ricordiamoci che ogni hashtag ha un suo significato. Dovremmo quindi cercare di utilizzarli sempre in modo coerente con il suo significato originale, ovvero quello di estetizzare il cibo e di elevare il piacere culinario al massimo livello. In questo modo, possiamo contribuire a creare una cultura dell’alimentazione che vada al di là del semplice mangiare, ma che sia anche in grado di celebrare la bellezza e l’estetica del cibo.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti