Cos'è il Dødsing, il nuovo sport estremo nato in Norvegia

Ecco il Dødsing, uno degli sport estremi inventati in Norvegia ma pronto a svilupparsi in tutti i paesi europei e non solo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ogni anno sempre più norvegesi si dedicano al Dødsing, il nuovo sport estremo nato in Norvegia. Ma cosa è realmente, vi chiederete? Si tratta di uno stile di immersione unico progettato per appassionare i subacquei e stordire gli spettatori: i sub saltano da un tuffo alto 10 metri a gambe e braccia aperte subito prima di colpire l’acqua. La persona che osa rimanere in posizione piatta ha la vittoria.

Il dødsing-chiamato tuffo della morte in inglese è stato originariamente sviluppato presso Frognerbadet di Oslo alla fine del 1960, molto probabilmente tra i giovani uomini che sperano di mostrare il loro coraggio ai loro amici.

Come si è sviluppato questo sport

Lo sport ha percorso una lunga strada fin dalle sue origini modeste negli anni ’60 e ora viene rappresentato in un campionato del mondo a Frognerbadet ogni estate dal 2008. Il primo campionato del mondo era una piccola manifestazione, però, con solo sei subacquei e poco più di una dozzina di spettatori. Ma entro il 2014, ci sono stati 2.000 spettatori e oltre 70 partecipanti, secondo Aftenbladet.

Il fattore più importante nella crescita del dødsing è senza dubbio la fondazione della Det Internasjonale dødseforbundet (Dødsing International Association) nel 2011. L’obiettivo principale di IDF è quello di sviluppare lo sport condividendo il suo valore come una sana attività. Mathias Hansson, il direttore esecutivo della IDF osserva che il dødsing è uno sport molto amichevole e spera di vederlo crescere in popolarità in tutta la Norvegia così come in tutto il mondo.

Ed in Europa?

Paul Rigault, IDF Media e Marketing Manager, osserva che l’interesse sta già iniziando a diffondersi in Europa. Uno dei partecipanti audaci nei Campionati del Mondo del 2014 è stato l’atleta Arne Veim Haugland. Per lui:”E ‘sia divertente e stimolante. E’ divertente spingere se stessi, sentire l’adrenalina. Perché si dovrebbe fare quello che fanno tutti? Mi piace fare le cose; tutto dovrebbe essere provato. ” “Torno a casa con un paio di lividi ogni volta. Non è esattamente grande per soddisfare l’acqua. Ma ne vale la pena “, ammette Fosse. E sembra che molti siano d’accordo con lui!

I prossimi campionati del mondo di Dødsing dovrebbero arrivare fino ad agosto, ed è probabile che sarà il più grande evento di dodsing che si sia visto finora. “Ho sempre pensare che ho visto tutto ogni anno, ma poi non ho”, dice Rigault. Negli ultimi anni questa disciplina si è sviluppata molto, al punto che sono nate molte comunità inerenti questa disciplina e sempre più persone si affezionano a questo sport.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti