0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

È possibile dimenticare la propria lingua madre?

Chi vive all’estero a volte può dimenticare la lingua madre: ma è davvero possibile?

Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che si trasferiscono all’estero e imparano una seconda lingua.

Tutti abbiamo degli amici – o magari si tratta persino di noi stessi – che si sono trasferiti a vivere all’estero. E, a un certo punto, ognuno di noi ha sentito o pronunciato la frase «Oddio, come si dice questa cosa in italiano?». Quando si parla costantemente una lingua diversa da quella madre, capita di dimenticare parole o espressioni che un tempo per noi erano normali. Ma è possibile rimuovere completamente l’idioma di nascita?

La risposta è “si”. Ovviamente questo avviene solo in casi limite oppure nei bambini piccoli che cambiano paese. La dottoressa Monika Schmid, linguista all’Università dell’Essex, ha studiato la perdita della madrelingua nelle persone adulte che hanno subito un forte shock emotivo. Un esempio sono gli ebrei tedeschi che hanno lasciato la Germania nazista per trasferirsi in Gran Bretagna o negli Stati Uniti. Chi ha abbandonato il paese dopo il 1938 ha avuto una sorta di rifiuto verso il tedesco e lo ha completamente rimosso dal proprio cervello.

Anche i bambini possono dimenticare completamente la propria lingua madre. Chi è stato adottato prima dei nove anni, ad esempio, tende a rimuovere l’idioma usato in precedenza. Il cervello, infatti, è molto malleabile fino a quell’età: se il bambino, arrivato nel nuovo paese, smette di usare la lingua madre, tenderà a dimenticarla abbastanza in fretta.

Questi sono ovviamente casi limite. Ma gli adulti che si trasferiscono all’estero non sono immuni da cambiamenti nel proprio modo di parlare. La dottoressa Schmid ha detto che quando si parlano correntemente due lingue il cervello tende a operare una scelta tra le parole da usare a seconda dell’idioma. Questo processo può essere più o meno veloce (ed è questo che ci fa scordare come si dice una determinata cosa nella nostra lingua) e tende a diventare complicato quando i linguaggi appresi sono più di due.

Un’altra conseguenza molto frequente tra le persone che vivono in paesi differenti da quelli di nascita, è di mischiare la propria lingua madre con altri idiomi simili. In questo modo si dà vita a un linguaggio con accenti differenti da quello di partenza e che contiene parole a volte anche inventate.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti