Gianluca Vacchi balla in treno: imbarazzo fra i passeggeri

Durante un viaggio in treno Gianluca Vacchi si è scatenato, ballando in carrozza e imbarazzando i passeggeri e il personale

Gianluca Vacchi ha una vera passione per il ballo e non riesce a fermarsi quando sente della musica. Proprio per questo mentre viaggiava in treno non ha resistito ed ha iniziato a ballare, scatenando l’imbarazzo dei passeggeri e del personale dell’alta velocità. Nel video Mr Enjoy è seduto comodamente sulla poltrona mentre il treno è in viaggio, poi improvvisamente inizia la musica e Vacchi si scatena.

L’imprenditore inscena quindi una coreografia molto divertente, scatenando l’ilarità della fidanzata Giorgia Gabriele, che lo riprende, ma anche l’imbarazzo dei passeggeri e del personale, che si tengono a debita distanza, sbirciando ogni tanto dal corridoio la performance di Gianluca Vacchi in carrozza.

Il video, postato sui social, ha entusiasmato i fan che ancora una volta si sono complimentati con Gianluca Vacchi, non solo per il suo senso del ritmo, ma anche per il suo coraggio. Quando si tratta di ballare infatti niente ferma l’imprenditore, che balla in qualsiasi situazione e di fronte a qualsiasi platea senza preoccuparsi di nulla. Nel video appare anche Giorgia Gabriele che, specchiandosi nel vetro della carrozza del treno, si picchietta il dito sulla tempia come a dire “è matto”, mentre il suo Mr Enjoy continua a ballare imperterrito. “Be crazy not lazy!” (“Siate pazzi, non pigri!”) si legge nel commento del filmato realizzato da Vacchi con la complicità della fidanzata.

L’obiettivo di Vacchi, come ha spiegato lui stesso, è da sempre quello di ispirare i suoi follower e mostrare loro che la vita può essere sempre bella se viene affrontata nel modo giusto: “Sono entrato nella mente dei ragazzi come una figura ispiratrice perché i giovani oggi sono in un vuoto identificativo ed emulativo – aveva svelato qualche tempo fa parlando del suo successo sui social -. Non ho la presunzione di dire che devono identificarsi con me, ma voglio dare degli spunti o quello che può essere il mio contributo al loro percorso formativo. […] Una figura come me fa della trasversalità la sua caratteristica: i giovani di oggi, seguendomi, vedono che faccio cose serie, non mi privo dell’ironia, faccio sport come un ventenne e dico sempre che chi non ride non è una persona seria”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti