In Romania i calciatori scendono in campo coi cani da adottare

La tenera iniziativa della Federazione calcistica rumena per sensibilizzare in materia di adozioni dei randagi e rispetto per gli animali.

22 Settembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

A inizio partita siamo abituati a vedere scendere in campo, insieme ai campioni, le giovanissime promesse dello sport. Mano nella mano, calciatori professionisti e futuri fuoriclasse calcano insieme l’erba dello stadio prima del match. In Romania, la Federazione calcistica ha portato in scena qualcosa di diverso e con una mission precisa. I calciatori sono, infatti, entrati in campo tenendo fra le braccia ciascuno un cane randagio.

La scena, ripresa dalle telecamere, ha ovviamente fatto il giro delle tv e della rete e ha colpito per tenerezza ed efficacia. L’obiettivo era quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema del randagismo e dare un contributo alle adozioni dei cani. Un modo, dunque, per utilizzare le luci dei riflettori nazionali e internazionali incentivando al rispetto per gli animali.

Il progetto si chiama ‘Riempi il vuoto nella tua vita’ e, dopo il primo match che si è giocato tra FCSB e Dinamo continuerà anche nei prossimi incontri. La scena, infatti, si ripeterà per un anno, all’inizio di ogni partita del campionato di prima divisione, riferisce il sito tecnologia-ambiente.it. In base al protocollo fresco di firma, inoltre, nei novanta minuti di gioco saranno proibiti petardi e fumogeni sugli spalti.

Tutti gli adorabili cuccioli fra le braccia degli sportivi provengono dal canile di un centro del distretto di Ilfov (Muntena). Al loro collo spicca una sciarpina con il nome in bella vista in modo da essere ben identificabile anche dallo schermo di casa. I potenziali padroni, quindi, possono prendere contatti con l’associazione facendo riferimento alle informazioni acquisite direttamente dal campo di calcio.

E se il web ha già dimostrato di apprezzare l’idea, chissà che l’iniziativa rumena non possa essere replicata anche altrove, magari nelle zone in cui il randagismo è più presente.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti