Perché si intasa il braciere

La stufa a pellet non funziona perchè si intasa il braciere. Con qualche accorgimento e una corretta pulizia si evitano ulteriori danni tecnici

Fonte: flickr

Perchè si intasa il braciere è un domanda che prima o poi si pongono tutte le persone che hanno in casa una stufa a pellet. Per non avere problemi il consiglio è di fare un’adeguata manutenzione e pulizia della stufa almeno una volta l’anno in prossimità dell’accensione, per non rischiare di restare senza riscaldamento in pieno inverno. Le stufe a pellet sono pratiche, il design curato arreda in maniera elegante l’ambiente oltre a creare un’atmosfera piacevole e calda. L’unico neo è la pulizia e nonostante sul calorifero vengano effettuati controlli sullo stato della presa d’aria e della canna fumaria, la sua funzionalità può rallentare.

Di fronte a questo inconveniente ci si pone la domanda del perché si intasa il braciere. La pulizia della stufa dipende dal modello, quanto viene usata e dalla qualità del pellet. In genere nel manuale d’uso sono descritte tutte le fasi di depurazione, ma vediamo come procedere per una corretta pulizia. Prima di ogni accensione si consiglia di pulire con un aspirapolvere il focolare. E’ necessario aspirare tutta la cenere contenuta nell’apposito cassetto, oppure se l’elemento è estraibile va svuotato a secondo dell’utilizzo della stufa. Lo stesso trattamento va riservato al vetro. La cenere depositata sulla superficie va eliminata con prodotti appositi o con carta da giornale umida.

La pulizia della caldaia va eseguita due volte l’anno, aspirando tutta la cenere depositata. La manutenzione ordinaria va riservata anche alla canna fumaria. La fuliggine intasa le pareti compromettendo la normale fuoriuscita di fumi. Quando la canna fumaria è ostruita, il vetro della stufa annera per la cattiva combustione, il braciere si intasa e sullo scambiatore le ceneri depositate causano il malfunzionamento della stufa. L’unico modo per avere la sicurezza di una canna fumaria pulita e un risparmio energetico è rivolgersi ad un tecnico specializzato almeno una volta l’anno.

La spesa della manutenzione straordinaria sarà ammortizzata dall’efficienza e dal corretto funzionamento della stufa. Il perché si intasa il braciere dipende dalla qualità di pellet che viene utilizzato. A volte per risparmiare, la scelta ricade su una qualità scadente di prodotto. Quello che all’inizio è un risparmio alla fine diventa un costo aggiuntivo, per ripristinare il corretto funzionamento del calorifero.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti