A due anni è il membro più giovane del MENSA: il suo QI è 146

Con un QI pari a 146, la piccola Kashe Quest, due anni, entra nel prestigioso American MENSA: è la più giovane a farne parte.

31 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Enfant prodige, verrebbe da dire, ma Kashe Quest, californiana di due anni,  va quasi oltre e rasenta la genialità. La piccola, infatti, ha un QI di 146 ed è entrata a far parte del MENSA, il club dei ‘cervelloni’ che raccoglie solo membri il cui Quoziente Intellettivo supera il 98° percentile della popolazione globale. La bimba diventa dunque il membro americano più giovane.

Il QI di Kashe, che supera di gran lunga la media statunitense di 98, tiene conto di una serie di capacità straordinarie per una bambina dalla così tenera età. Intanto, la piccola conosce già tutti i simboli della tavola periodica, sa contare fino a 100, sta imparando a leggere in inglese e sta studiando anche lo spagnolo. Non solo, sa riconoscere i cinquanta stati degli USA a partire da forma e posizione e conosce una cinquantina di gesti nella lingua dei segni.

“Kashe è certamente un nuovo membro notevole per il MENSA in America”, ha dichiarato il  direttore esecutivo Trevor Mitchell a ‘People’. E ha continuato: “Siamo orgogliosi di averla con noi e di poter aiutare lei ei suoi genitori ad affrontare le sfide uniche che giovani tanto dotati devono affrontare”.

Quindi lo stesso magazine riferisce il commento entusiasta della mamma di Kashe, Sukhjit Athwal, ricordando i primi segnali. “Abbiamo iniziato a notare che la sua memoria era davvero eccezionale. Raccoglieva le informazioni molto velocemente ed era davvero interessata a imparare. A circa diciassette, o diciotto mesi, aveva imparato a riconoscere tutto l’alfabeto, i numeri, i colori e le forme.”

Ma ciò a cui tiene la madre è che la piccola mantenga la vita normale di una bambina della sua età. E come tale neppure Kashe è esente dai capricci. “È in quella fase infantile […] quello che è diverso è il modo in cui comunichiamo con lei perché è in grado di capire un po’ più ”, spiega ancora Athwal. Che assicura: “Stiamo procedendo al suo ritmo e vogliamo solo assicurarci che viva la sua giovinezza il più a lungo possibile”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti