Addio a Satu, l’orango tango dello zoo di San Diego

Brutta notizia dallo zoo di San Diego: ecco la storia dell’orango Satu.

29 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Una vita intera trascorsa in gabbia. È quella che ha vissuto Satu, orangotango dello zoo di San Diego (USA) che si è spento qualche giorno fa dopo aver trascorso tutti i suoi giorni in cattività. La notizia arriva proprio mentre nel mondo si saluta il vecchio anno guardando a quello che sta per iniziare e lascia un velo di tristezza. È stato, anzi, lo stesso parco americano a ufficializzare il decesso di Satu con un commovente post sui social network.

L’animale, amatissimo dai piccoli ma anche dai grandi che visitavano lo zoo della città, è morto probabilmente a causa di un tumore che non gli ha dato scampo, consumandolo sino alla fine. L’orangotango, infatti, era da tempo in cura e seguito da personale veterinario che si è preso a cuore le sue condizioni. Nulla da fare, purtroppo, per Satu la cui malattia era ormai troppo grave.

Così si legge nel post sulla pagina Facebook del parco californiano: “La famiglia dello zoo di San Diego ha il cuore spezzato nell’annunciare la scomparsa dell’orangotango maschio Satu. L’amata scimmia era sotto cure veterinarie per una grave malattia, con i risultati iniziali della valutazione post mortem indicativi di cancro. Si è ripreso bene da un recente esame medico, ma in seguito è crollato e gli sforzi eroici per resuscitare Satu non hanno avuto successo”.

“Questo carismatico primate e membro della nostra famiglia – continua il messaggio – mancherà molto agli specialisti della cura della fauna selvatica, al team di salute della fauna selvatica, ai volontari e agli ospiti. Per favore, prendetevi un momento per offrire le vostre condoglianze a tutti coloro che stanno particolarmente sentendo questa perdita. Vi ringraziamo per il vostro supporto in questo momento difficile”.

Nato nel 1995, Satu ha vissuto i suoi ventisei anni nella medesima struttura californiana e ha avuto due figli, un maschio di nome Cinta e una femmina, Aisha. Quest’ultima, secondo il ‘San Diego Union-Tribune’, abita ancora nello zoo insieme a Karen e Indah.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti