Nello zoo di Taipei è nato un cucciolo di panda gigante

Si tratta della seconda nascita dopo la prima femmina venuta alla luce nel 2013 e viene attualmente accudita dai veterinari dello zoo.

3 Luglio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

A fine giugno lo zoo di Taipei ha dato il benvenuto a un nuovo cucciolo e, anche se ogni nascita va celebrata, questa in particolare è speciale. La mamma è infatti il panda gigante conosciuto come Yuan Yuan e sappiamo quanto sia difficile non solo che la specie – considerata attualmente ‘vulnerabile’ – si accoppi, ma anche assistere a un nuovo arrivo è di per sé una sorta di miracolo.

E infatti, come è stato reso noto proprio dallo zoo di Taipei, il cucciolo è venuto alla luce dopo anni di inseminazioni artificiali e numerosi sforzi da parte del team veterinario per far sì che Yuan Yuan potesse portare avanti una gravidanza. Il cucciolo è il suo secondogenito ed è nato domenica 28 giugno: le immagini sia della nascita che dei suoi primi giorni di vita stanno facendo, come prevedibile, il giro del mondo e stanno commuovendo il web.

Si tratta di una femmina che, quando è nata, pesava 186 grammi: attualmente si trova in una incubatrice e viene nutrita dai veterinari dello zoo, attraverso un mini biberon. Come riportano i principali siti di informazione, infatti, la mamma si rifiuta di allattarla, per cui spetta all’uomo assistere il cucciolo nei suoi primi mesi di vita.

I due genitori – Yuan Yuan e Tuan Tuan – sono due panda giganti donati dalla Cina a Taiwan nell’ormai lontano 2008. Da allora e in seguito appunto a una serie di inseminazioni, sono nati due cuccioli: oltre al neonato, la coppia nel 2013 ha dato alla luce Yuan Zai, un’altra femmina. Dal 2013 lo zoo ha operato vari tentativi per far sì che Yuan Yuan rimanesse in dolce attesa durante la stagione dell’accoppiamento, ma tutti si sono rivelati vani, almeno fino al febbraio del 2020. Come sottolineato dal portavoce dello zoo, Eric Tsao, è comunque estremamente difficile capire anche solo se un panda gigante sia incinta perché spesso si assiste a quelle che vengono definite “gravidanze fantasma”, che comportano perdita di appetito e livelli ormonali molto alti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti