Il dietro le quinte dell'Ultima Cena di Leonardo da Vinci

In una mostra svelati i retroscena del lavoro di Leonardo da Vinci per una delle sue opere più celebri: "L'ultima cena"

Come nasce un capolavoro? Cosa si cela dietro una delle opere più famose della Storia?

Ora lo si potrà scoprire, grazie a una serie di disegni che mostrano qual è stata la strada che ha portato Leonardo da Vinci a progettare “L’ultima cena”. Si tratta di dieci schizzi, sette sicuramente realizzati da lui, che insieme ad altri vengono custoditi in Inghilterra dal 1690.

E grazie a questi fogli preziosi si può vedere e seguire passo passo come il maestro è arrivato a quel capolavoro che oggi tutti conosciamo. Dai primi schizzi molto tradizionali fino all’opera finale, attraverso i tanti dettagli che rendono “L’ultima cena” un’opera unica. Dai volti, alle posizioni delle mani, questo quadro racconta tantissimo se lo si osserva con attenzione.

Il dipinto pare che sia stato realizzato dal 1495 al 1498 e si trova nell’ex refettorio rinascimentale del convento vicino al santuario di Santa Maria delle Grazie; il committente era stato Ludovico il Moro.

Dai disegni realizzati in preparazione di questa grande opera si notano ancora di più i dettagli e come Leonardo studiasse tutto con attenzione e il risultato è un’opera che cattura chi la guarda.

Interessante notare, poi, che Giuda, era inizialmente ritratto distante dal gruppo, sul lato opposto della tavola. Poi però Leonardo scelse una soluzione differente, che è quella che ci ha lasciato in eredità. Gesù si trova al centro del tavolo e i dodici apostoli si trovano ai suoi lati, suddivisi in quattro gruppi di tre.

C’è anche da dire che “L’Ultima cena” di Leonardo da Vinci, come è accaduto ad altre suo opere (basti pensare alle tante teorie sulla Gioconda) ha sempre affascinato, tanto da diventare uno spunto anche per un best seller: “Il codice da Vinci” di Dan Brown. Tutta fiction, ma un ottimo esempio di come l’artista abbia da sempre incuriosito.

A breve inizieranno le celebrazioni per i 500 anni dalla sua morte e queste dieci tavole, che provengono dalla Royal Collection della Regina Elisabetta II, saranno visibili in una mostra che si terrà proprio al Museo del Cenacolo Vinciano a Santa Marie delle Grazie fino al 13 gennaio 2019. Un’iniziativa che si inserisce nei tanti eventi che animeranno Milano, città dove il grande maestro ha vissuto un periodo molto creativo, in occasione di questa celebrazione in suo onore.

L'ultima cena Leonardo da Vinci

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti