Festa delle donne, frasi di auguri e immagini per l'8 marzo

Quali frasi sono più adatte per il giorno delle donne? Ne abbiamo raccolte alcune davvero interessanti

Nel 1907 il Congresso Internazionale Socialista affrontò, per la prima volta, il tema del diritto di voto per le donne. Questa data viene considerata l’antesignana della nascita della Festa delle Donne. Infatti, di lì a poco giungono una serie di avvenimenti, forse spronati da questo primo episodio, che caratterizzeranno la storia dell’emancipazione femminile. In particolar modo si ricorda l’8 marzo del 1917, quando a San Pietroburgo si riversò nelle strade una marcia tutta al femminile, per chiedere la fine della Guerra.

Festeggiare oggi questa giornata è fin troppo importante. Chi sottovaluta questa celebrazione non vede, o fa finta di farlo, quel che accade tutti i giorni. La violenza sulle donne dilaga e nel campo lavorativo le pari opportunità sono ancora un miraggio. Nel ristretto mondo delle quattro pareti domestiche, capitano spesso episodio di pura ignoranza. Fidanzati, spesso giovani, che obbligano le ragazze a rinunciare ai propri sogni, mogli obbligate a fare tutto in casa, figlie discriminate a favore dei figli ed altro ancora.

Frasi per festeggiare

La festa delle donne, proprio oggi, compie 100 anni. Col tempo scrittori, filosofi, artisti e quant’altro, hanno prodotto una serie di aforismi sul tema. Al di là del periodo storico, infatti, in genere, nel campo letterario, la donna è stata omaggiata con descrizioni poetiche davvero di gran bellezza.

Dunque, sarebbe davvero una bella idea associare ad un regalo, una delle seguenti frasi, per mostrare anche come, al di là del contesto consumistico, è stato compreso il vero senso della giornata. Ed ovviamente tutto ciò deve essere accompagnato da una bella mimosa. Magari coltivata con le proprie mani.

Donne e diritti

“La più stupida delle donne è più intelligente del più intelligente degli uomini”. Ad esclamare ciò fu il celebre Luciano Pavarotti. “Essere donna è così affascinante. E’ un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non finisce mai”. Il senso dell’essere donna fu riassunto in questa frase da Orianna Fallaci. La scrittrice parigina, compagna del filosofo esistenzialista Sartre, Simone de Beavouir, era solerte dire: “Non si nasce donna, si diventa!”.

Essere donna oggi non è ancora semplice. In Italia spesso si conviene dire che ci sono cose che il gentil sesso non può fare. Per questo, ci si ritrova in episodi, imbarazzanti, in apparenza divertenti, ma che celano un profondo sessismo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti