Festa delle donne, perché si regala la mimosa

La mimosa, simbolo di forza e femminilità, viene regalata durante la Festa delle Donne per ragioni storiche precise

Oggi celebriamo il valore della donna con una data simbolica, l’8 marzo. Come ormai molti sanno, la celebrazione internazionale di genere ricorda, prima di tutto, le operaie che persero la vita il 25 marzo del 1911 durante un rogo della fabbrica Triangle di New York. Da lì, diversi movimenti femministi iniziarono a premere per aggiungere la ricorrenza al calendario. Tuttavia, solo quando le donne di San Pietroburgo scesero in piazza proprio l’8 marzo del 1917 per chiedere la fine della guerra si stabilì che quella dovesse essere la data della ricorrenza.

La Festa viene celebrata in tutto il modo, ma ogni paese conserva le proprie tradizioni e i propri simboli per rimarcare il valore della donna. In Italia gli uomini sono soliti donare una mimosa, anche questo gesto ha le sue ragioni storiche.

La mimosa e la lotta partigiana

Nel 1946, al termine della Seconda Guerra Mondiale, l’Unione donne italiane (Udi) – fra le cui attiviste c’erano Rita Montagna e Teresa Noce – si riunì per decidere quale dovesse essere il fiore scelto per la celebrazione della Festa della Donna. Teresa Mattei, partigiana e sostenitrice dei diritti delle donne, propose a quel punto proprio la mimosa.

Fra le alternative c’erano altri fiori come anemoni, garofani e violette (già simbolo del progressismo). Una volta ai voti, la mimosa si impose per due ragioni: primo, era il fiore più economico e facilmente reperibile in un Paese in gravi ristrettezze economiche; secondo, era il dono che i combattenti partigiani recavano alle ‘staffette’ durante la guerra.

Il ricordo di Teresa Mattei e il significato dei nativi americani

Teresa Mattei, prima di venire a mancare nel 2013, ricordava che: “La mimosa era il fiore che i partigiani regalavano alle staffette – spiegò Teresa Mattei in un’intervista -. Mi ricordava la lotta sulle montagne e poteva essere raccolto a mazzi e gratuitamente. Quando nel giorno della festa della donna vedo le ragazze con un mazzolino di mimosa penso che tutto il nostro impegno non è stato vano”.

Nel linguaggio dei fiori dei nativi americani, la mimosa ricorda forza e femminilità. Qualità che vengono associate proprio alla donna, una coincidenza divertente e altrettanto significativa.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti