Giacenza media ISEE 2024: come ottenerla subito senza fare file

Calcola la tua giacenza media per l'ISEE 2024 senza stress! Scopri il modo più semplice e veloce per ottenere questo documento senza fare file.

12 Gennaio 2024
Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino

Giornalista

Ph(D) in Diritto Comparato e processi di integrazione e attivo nel campo della ricerca, in particolare sulla Storia contemporanea di America Latina e Spagna. Collabora con numerose testate ed è presidente dell'Associazione Culturale "La Biblioteca del Sannio".

Fonte: 123RF

Il concetto di “giacenza media” è diventato familiare agli italiani a partire dal 2015, ovvero dall’anno in cui la sua comunicazione è stata resa obbligatoria. Questo indicatore finanziario riveste particolare importanza quando si tratta di compilare l’ISEE o di presentare documentazione per richieste di mutuo. Ma cosa rappresenta esattamente la giacenza media annua e come possiamo ottenerla senza dover affrontare lunghe code o il pensiero faticoso di una lunga mattinata in banca o alle poste? Non vi resta che rimanere con noi, per andare ad esplorare il significato della giacenza media, il suo calcolo e, soprattutto, come accedervi comodamente online senza complicazioni.

Giacenza media: cos’è e a cosa serve ai fini ISEE

Andiamo con ordine e partiamo dal principio. La giacenza media annua si riferisce all’importo medio delle somme a credito del cliente in un determinato periodo, rapportato a un anno. Per ottenere questo valore, è sufficiente sommare le giacenze giornaliere e dividere il risultato per 365, ovvero il numero corrispondente ai giorni dell’anno (negli anni bisestili, come il 2024, sarà necessario dividere per 366). In termini più semplici, la giacenza media annua rappresenta la media annuale dei risparmi custoditi all’interno di conti correnti.

Dal 2015, sia le banche che le Poste Italiane sono tenute a trasmettere all’Agenzia delle Entrate le informazioni sulla giacenza media annua dei conti correnti, depositi a risparmio e conti terzi individuali/globali. Questo flusso di dati ha creato un database statuale contenente le giacenze medie dei correntisti, coprendo sia le persone fisiche che le persone giuridiche come società e associazioni.

Come ottenere la giacenza media ISEE senza fare file in banca o alle poste?

Ma come fare per ottenere la propria giacenza media ai fini ISEE senza fare file né recarsi in banca o alle poste? È più semplice di quanto si pensi.

Le banche e le stesse Poste Italiane si sono ampiamente digitalizzate, mettendo a disposizione dei propri clienti una serie di servizi online che consentono di accedere facilmente a tutti i documenti fiscali necessari. La giacenza media è uno di questi indicatori e generalmente può essere trovata già all’interno dell’estratto conto, un documento regolarmente prodotto dalla banca o dall’istituto di credito.

Tra i servizi offerti online dalle banche, la consultazione e il download dell’estratto conto sono comuni. All’interno del documento, solitamente nel mese di dicembre, troverai il dettaglio di tutte le operazioni sul conto corrente e il valore relativo alla giacenza media annua dell’anno di calendario. Inoltre, molte banche producono direttamente il documento della giacenza media annua e lo mettono a disposizione tra quelli inerenti al proprio conto (ma anche alla propria carta prepagata).

Per accedere a questa informazione senza recarsi fisicamente allo sportello di banca o Poste né fare file, basta collegarsi e autenticarsi sulla propria area personale sul sito della banca o tramite l’app dell’istituto di credito, se disponibile. La procedura standard prevede l’accettazione dei termini e la selezione dei documenti desiderati, il tutto convalidato con un semplice clic sul pulsante di conferma. Insomma, nulla di più semplice e che vi farà guadagnare tempo prezioso senza alcuno stress!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti