Chi è Luis Sal, fondatore del Luismo

Luis Sal è un giovane ragazzo di vent’anni che ha fondato il “Luismo”. Ecco tutto ciò che c’è da sapere su questo youtuber.

Chi è Luis Sal, il fondatore del Luismo? Siamo nell’era di internet, dei blog, dei vlog, di youtube, degli influencer e delle star di Instagram. Giovani ragazzi 3.0 che hanno colto al volo le potenzialità del World Wide Web e ne hanno fatto il proprio trampolino di lancio. Proprio come Luis Sal, bolognese con la passione dei video e fondatore di un nuovo movimento ispirato a se stesso. Il Luismo.

Classe 1997, Luis Sal è un giovane ragazzotto di appena vent’anni che da nove mesi a questa parte è diventato una star del web. Come? Semplice: usando le sue skills tecniche e facendo dei video accattivanti su Youtube. Nato a Bologna, ha frequentato il liceo artistico (ecco da dove viene la sua creatività!) ma per l’università ha deciso di virare su qualcosa di meno estroso, optando per Economia e Commercio.

Luis Sal esprime la sua creatività e il suo estro tramite i video che diffonde su YouTube. La passione per la telecamera è nata quando era solo un bambino, e da allora non ha mai smesso di stare davanti all’obiettivo. Sketch, montaggi simpatici, interviste: durante l’infanzia e l’adolescenza Luis Sal si è cimentato con un po’ di tutto. E una volta ha fatto qualche domanda persino a Umberto Bossi.

Appassionato di fitness e gran salutista, Luis Sal si vanta di non aver mai fumato nemmeno una sigaretta. E forse è proprio per questo stile di vita – che potremmo definire da Straight Edge – che Luis si è sentito in dovere di fondare un movimento fondato sulla sua persona. Il Luismo. «Un luista vuole tanto bene alla mamma, si prende cura del proprio corpo, porta a termine i propri obiettivi, crede in se stesso e nelle sue idee, rispetta le altre persone, ha senso dell’umorismo. Non trova scuse, guarda sempre il lato positivo. Non dà niente per scontato».

Chissà se qualcuno ascolterà Luis Sal e si proclamerà luista. Per adesso il video con cui ha dato vita al suo “movimento culturale, artistico, religioso (intestinale)” è stato visto da più di 300mila persone, non proprio un numero irrilevante. Era stata realizzata anche una pagina Wikipedia del Luismo, che però ha avuto vita breve dato che è stata eliminata. Sarà ripristinata quando inizieranno ad apparire i primi seguaci? Ai posteri l’ardua sentenza.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti