Non riesci a dormire? Mangia le lenticchie

Le lenticchie sono un vero e proprio superfood: aiutano a dormire meglio e addirittura a combattere le rughe!

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Le lenticchie sono un superfood non riconosciuto e costantemente sottovalutato: come tutti i legumi sono portatrici di proteine e di molti altri nutrienti, sono validissime alleate nelle diete vegetariane ma anche per gli onnivori sono indispensabili, perchè grazie alle molte fibre che contengono combattono la stipsi ed aiutano a depurare il corpo (sciacqua sempre i legumi prima di mangiarli, scopri il perchè).

Si avvicina Capodanno e mangiare le lenticchie è una tradizione benaugurante in molte parti d’Italia: in realtà bisognerebbe mangiarle tutto l’anno per godere appieno delle loro capacità.

Le lenticchie sono infatti ricche di sali minerali, oltre che di vitamine, e in particolare di magnesio e zinco: due elementi di cui il nostro corpo ha bisogno e che ci aiutano anche a combattere l’insonnia. Insieme alle uova e ai cereali integrali, le lenticchie sono fra gli elementi consigliati come pasto serale per conciliare il sonno, anche nei bambini: nell’elenco troviamo anche spinaci, germogli di soia, semi di zucca, i piselli e il riso integrale (per dormire bene c’è un metodo matematico, ecco qual è).

Pensate che le lenticchie sono anche importanti nella lotta ai segni del tempo: grazie alle molte proteine, agli aminoacidi, allo zinco e agli antiossidanti che contengono, riescono addirittura a combattere le rughe (esiste un antirughe naturale e molto interessante!)

Per questo in apertura parlavamo di un vero e proprio superfood, al pari di molti altri più pubblicizzati: le “povere” lenticchie, che fanno parte da sempre della alimentazione contadina, sono ricchissime di pro e praticamente prive di contro. Solo mangiandone decisamente troppe si potrebbe avere problemi di aria o crampi, soprattutto se si soffre di intestino irritabile.

In ogni caso, privarsi dell’apporto nutritivo di questo legume sarebbe un vero peccato: anche in piccole dosi è possibile mangiarlo tutti i giorni e per gli intestini più delicati, o per i bimbi, ne esiste anche la versione decorticata!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti