Dovresti sempre risciacquare i fagioli in scatola

I legumi in scatola sono comodi e buoni, ma nascondono delle insidie: ecco quali e come evitarle!

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

I legumi in scatola sono una grande comodità, perchè ci permettono di consumare seduta stante fagioli, lenticchie e ceci: se l’unica opportunità per consumarli fosse quella di cucinarli partendo dalla forma secca, probabilmente questo scoraggerebbe molte persone che non hanno molto tempo da dedicare alla cucina. I legumi secchi vanno in genere lasciati in ammollo alcune ore prima di essere cotti e in ogni caso, anche per quelle varietà che non ne hanno bisogno, la cottura stessa richiede in genere un tempo piuttosto lungo.

Cosa c’è invece di meglio che aprire una scatola di cannellini e gustarli in insalata, pronti e gustosi?

Purtroppo però nemmeno i legumi in scatola sembrano essere del tutto privi di peccato: sono infatti ricchi di sale e in qualche caso anche di zucchero e dobbiamo anche fare attenzione al contenitore in cui vengono venduti. I contenitori di latta, infatti, potrebbero contenere sostanze dannose per la salute che potrebbero essere rilasciate nei legumi: meglio preferire, nel dubbio, i contenitori di vetro ed in ogni caso mai conservare la lattina aperta in frigo con il contenuto ancora dentro, come è indicato chiaramente sulle confezioni.

Secondo il  National Center for Biotechnology Information, è proprio nell’acqua di governo dei legumi che si “nasconde” il maggiore quantitativo di sale ed è quindi buona norma sciacquare accuratamente i legumi in scatola sotto l’acqua corrente prima di mangiarli: questo porterà anche alla perdita di sali minerali e vitamine, ma in quantità fortunatamente trascurabile. Anche osservare il liquido di governo può essere utile e darci indicazioni sulla qualità del prodotto che stiamo consumando: se è troppo torbido o contiene bucce e scarti di lavorazione, non è un buon segno.

Se non si riesce a cucinare i legumi secchi, possiamo sempre leggere attentamente le etichette e scegliere le marche che abbiano un ridotto contenuto di sodio, che non abbiano zuccheri aggiunti e che utilizzino una scatolame biologico.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti