Perché le donne hanno sempre mani e piedi freddi

Cause e rimedi per affrontare al meglio questo inconveniente della stagione invernale

30 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Quando arrivano i mesi freddi molti iniziano a soffrire perché avvertono, più di altri, le basse temperature. E il copione diventa ogni giorno lo stesso: felpe e maglioni pesanti, due paia (se non addirittura tre) di calze, coperta sulle gambe sia quando si lavora, in caso di smartworking, sia quando ci si gode un po’ di meritato relax sul divano.

Tra gli aspetti più fastidiosi dell’inverno c’è il fatto che mani e piedi sono puntualmente gelidi. E a poco serve sfregare le mani una contro l’altra: il sollievo è minimo e dura solo qualche secondo. Via libera allora a tè e tisane bollenti per scaldare l’organismo, soprattutto le estremità che proprio non vogliono saperne di attestarsi su temperature decenti.

A quanto pare questo problema riguarda più le donne rispetto agli uomini. Ma come mai? Nel corpo umano, quando le temperature si abbassano, il sangue tende a confluire verso gli organi interni per proteggerli. L’organismo, così facendo, sacrifica le estremità del corpo come mani, piedi e naso.

È stato dimostrato, come riporta il sito Ilmessaggero.it, che nelle donne esposte alle basse temperature la vasocostrizione avviene più rapidamente. Come se non bastasse, pare che a incidere su questa comune condizione ci sia anche il fattore ormonale. Gli ormoni femminili, infatti, influirebbero sui cosiddetti termo-recettori, responsabili delle variazioni di temperatura.

Ma mani e piedi particolarmente freddi possono essere anche indice di malattie come l’anemia. Tra le cause anche la sedentarietà e il poco esercizio fisico. Il consiglio, quindi, è quello di non restare tutto il giorno immobili sulla sedia, ma di fare ugualmente una passeggiata, magari nelle ore meno fredde della giornata, o ancora meglio fare della sana attività fisica che aiuta la circolazione anche delle estremità. E poi stringiamo i denti, in fondo 3 mesi passano abbastanza in fretta, e allora sarà di nuovo – finalmente – primavera.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti