Mani e piedi sempre freddi: quando bisogna preoccuparsi

Le mani e i piedi freddi possono essere sintomi di malattie vascolari o cattiva circolazione. Ecco quando bisogna preoccuparsi

13 Febbraio 2023
Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino

Giornalista

Ph(D) in Diritto Comparato e processi di integrazione e attivo nel campo della ricerca, in particolare sulla Storia contemporanea di America Latina e Spagna. Collabora con numerose testate ed è presidente dell'Associazione Culturale "La Biblioteca del Sannio".

Avere costantemente le mani e i piedi freddi è un problema comune per molte persone, soprattutto durante i mesi invernali. Tuttavia, in alcuni casi potrebbero essere sintomi di problemi di salute più seri. Andiamo a scoprire insieme quando preoccuparci e quando no.

Se le mani e i piedi freddi sono associati a sintomi come intorpidimento, formicolio o dolore, potrebbero essere causati da una malattia vascolare periferica. In questa condizione, i vasi sanguigni nelle estremità non riescono a fornire abbastanza sangue per mantenere le mani e i piedi caldi. Altre cause possibili includono l’ipotiroidismo, il diabete o la sindrome di Raynaud. Ques’ultima è una condizione in cui i vasi sanguigni delle dita di mani e piedi si restringono in risposta al freddo o allo stress, causando una diminuzione del flusso di sangue. Ciò può causare intorpidimento, dolore o una sensazione di formicolio nelle dita

In generale, dunque, le mani e i piedi freddi potrebbero essere causati da una cattiva circolazione sanguigna. Possono contribuire ridurre il flusso sanguigno nelle estremità fattori come la mancanza di movimento, il fumo e una dieta poco salutare. Anche lo stress e l’ansia possono influire sulla temperatura delle mani e dei piedi. Durante i momenti di maggiore agitazione, infatti, il corpo può restringere i vasi sanguigni nelle estremità, causando sensazioni di freddo.

Tuttavia, se le mani e i piedi freddi non sono accompagnati da altri sintomi, come i già accennati intorpidimento o dolore, non c’è motivo di preoccuparsi. Bisogna però fare attenzione: se i sintomi persistono o peggiorano, è consigliabile consultare un medico per determinare la causa sottostante. Per alleviare le temperature delle estremità, è possibile indossare abiti caldi e comodi, aumentare l’attività fisica, limitare il fumo e migliorare l’alimentazione. Inoltre, anche alcune tecniche di rilassamento, come lo yoga o la meditazione, possono aiutare a ridurre lo stress e migliorare la circolazione sanguigna.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti