Sei oggetti che hai in borsa e che possono difenderti dai malintenzionati

Gli oggetti presenti nella borsa di una donna possono essere usati per difendersi da aggressori e da malintenzionati: ecco qualche utile suggerimento

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Pixabay

Gli oggetti presenti nelle borse femminili possono rivelarsi molto utili per aiutare le donne a difendersi in caso di necessità: aggressioni e molestie, sfortunatamente, sono più comuni di quello che ci piaccia pensare. L’autodifesa, spesso, è l’unica soluzione possibile per tutte le donne che non hanno nessuna intenzione di rinunciare alla propria libertà personale in nome della sicurezza. Nella borsa di una donna, spesso è possibile trovare molti oggetti per difendersi da aggressori e malintenzionati.

Uno smartphone, per esempio, può essere un ottimo alleato per l’autodifesa: impugnarlo con presa sicura e sbatterlo con decisione sul naso dell’assalitore può essere un ottimo metodo per prendere tempo e riuscire a sfuggire dalle sue grinfie. Se assestato nel modo giusto, questo colpo può riuscire a fratturare un setto nasale, senza troppe difficoltà. Anche una semplice penna può rendere una donna in grado di reagire a molestie indesiderate: tenerla saldamente tra le mani e colpire con essa la tempia degli aggressori può essere un valido, anche se inconsueto, sistema di resistenza da usare in casi di estrema difficoltà.

I tacchi alti, tanto amati dalle donne di ogni età, rendono sicuramente il loro passo più lento e difficoltoso: laddove ci fosse reale pericolo, però, questo genere di calzatura può essere utile per uscire dai pericoli. Un colpo di tacco per assestato sul capo sarà un’esperienza che un uomo violento non dimenticherà facilmente. Le chiavi sono uno degli oggetti che le donne possono utilizzare per difendersi e che sicuramente non mancano nelle loro borse. Basterà afferrare il mazzo tra le dita ed usarlo come un improvvisato tirapugni per lasciare sul volto dell’aggressore segni durevoli e dolorosi.

Anche una spazzola per capelli può risultare insospettabilmente utile in caso di pericolo: le sue setole possono graffiare gli occhi dell’eventuale assalitore, permettendo alle vittime di guadagnare abbastanza tempo per fuggire. Generalmente alle donne che girano da sole si consiglia di portare in borsa il classico spray al peperoncino: qualora ne fossero sprovviste, una spruzzata di lacca per capelli negli occhi del malintenzionato sortirà ugualmente un effetto lacrimogeno. Anche questa semplice bomboletta può diventare un ottimo alleato nella lotta contro la violenza sulle donne, emergenza sempre più attuale nel nostro Paese.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti