1, 0, 1, 0, 0, 3, 0 trend

Spremi il limone in questo modo? L'errore che hai sempre commesso

Nell’ottica di non sprecare nulla, ecco come dovremmo spremere un limone per ricavarne più succo possibile: il trucco da chef

18 Maggio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Italia patria dei limoni più buoni al mondo, eccellenza siciliana che in estate ci aiuta a combattere caldo e sete: i limoni, come sanno bene le nostre nonne, non solo fanno bene al nostro organismo e alla pelle, ma sono ampiamente usati anche per la casa.

Gli usi e le applicazioni, infatti, sono eterogenei, ma spesso rischiamo di non utilizzare i limoni nel modo giusto oppure ricavarne meno succo di quanto potremmo.

Spremere un limone sembra un’operazione facile e alla portata di tutti, tuttavia in molti sbagliano sottovalutando quello che sembra essere un gesto quasi quotidiano col rischio di gettare via mezzo limone ancora pregno di liquidi e riciclabile per altri usi.

Se avete sempre tagliato il limone nel verso della sua larghezza, provate a cambiare e tagliarlo a metà dalla parte più lunga e aiutatevi con una forchetta: in questo modo, assicurano gli chef, riuscirete ad estrarre più succo dalla polpa interna.

Il secondo trucchetto che forse non conoscevate svelato su NDTV Food è quello di ammorbidire la scorza dell’agrume prima di procedere alla sua spremitura: basta immergerlo in una ciotola con dell’acqua calda per qualche minuto, la buccia esterna sarà più morbida e voi farete meno fatica. E ancora provate a far rotolare il limone contro una superficie dura prima di tagliarlo: così facendo romperete le membrane interne e la spremitura sarà più agevole.

Sempre nell’ottica di evitare inutili sprechi, ricordatevi che prima di gettare il limone spremuto nel secchio della spazzatura, potete ricavarne delle deliziose zeste tagliando con un pelapatate la buccia esterna per poi candirle, usarle per realizzare marmellate fatte in case o congelarle (in freezer durano 3 mesi).

Oppure è possibile preparare del pot-pourri naturale al 100% con la scorza di limoni e arance aggiunta ad erbe aromatiche per eliminare odori casalinghi e infine realizzare una miscela con scorza di limone, aceto bianco e sale per detergere a fondo pentole e padelle.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti