Ti alzi alle 5 del mattino? Stai andando contro la tua genetica

I mattinieri adorano alzarsi prima dell’alba per dedicarsi alle loro attività senza fretta, ma non tutti hanno nel DNA questa propensione

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Le grandi menti del nostro tempo si alzano tutte prestissimo, anche ben prima delle 5 di mattina: il CEO di Apple Tim Cook si sveglia alle 3.45; Jack Dorsey di Twitter si alza alle 5 del mattino; mentre Anna Wintour si alza dal letto alle 5.45 e si dirige dritto verso il campo da tennis. In confronto, Oprah Winfrey, che si sveglia alle 6.02, è una dormigliona!

Pensate che la routine mattutina di Mark Wahlberg è diventata virale quando l’attore ha rivelato che si alza alle 2.30, fa colazione alle 3.15 e un pasto post-allenamento alle 5.30. Sono due pasti interi prima ancora che la stragrande maggior parte di noi si sia mossa!

Alzarsi la mattina prima dell’alba fa bene in ogni caso? Il libro di Hal Elrod “The Miracle Morning” ha letteralmente rivoluzionato la vita di moltissimi di noi insegnandoci a dormire di meno ma meglio e ottimizzare il tempo in più per raggiungere i nostri obiettivi, eppure non tutti sono portati a compiere questo sacrificio!

È scritto nel nostro corredo genetico se siamo persone mattiniere o se, al contrario, non carburiamo prima delle 8.30. Uno studio condotto dalla società di genetica 23andMe ha scoperto che la sveglia media è fissata per le 7.55, chi ha trent’anni in genere si sveglia alle 8.19, mentre per i 24enni l’orario giusto si attesta sulle 8.47 (se al di là dell’età fatichi ad alzarti dal letto nonostante la sveglia, allora sei più intelligente degli altri).

Il Dr. Neil Stanley, esperto del sonno, ha dichiarato che circa il 25% di noi è composto da persone fortemente mattiniere; un altro 25% è fortemente nottambulo, mentre il 50% di noi resta nel mezzo: “È genetico e non puoi farci niente. Sì, puoi provare a cambiare ma stai andando contro la tua genetica” ha spiegato dando un ottimo consiglio a tutti coloro che stanno pensando di cambiare le proprie abitudini: ascoltare cioè il nostro corpo.

“Dovresti andare a letto quando hai sonno, dormire la quantità di ore di cui hai bisogno e svegliarti quando sei rinfrescato”, anche se non tutti possono scegliere quanto dormire (se hai un partner che russa perdi tre ore a notte)!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti