Tre cibi che non vedrete mai sulla tavola della Regina Elisabetta

Il segreto di un regno così lungo passa anche dall'alimentazione

11 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La Regina Elisabetta è l’emblema della resilienza e della monarchia. La sua vita costellata di impegni onerosi e momenti per niente facili (come la morte del consorte, il principe Filippo, solo per citare l’ultimo in ordine di tempo) suscitano da sempre ammirazione nei sudditi ma anche nelle persone di tutto il mondo. Di lei sappiamo ormai tante cose, ma forse non tutti sanno quali sono le sue preferenze a tavola.

In un articolo di The Telegraph i giornalisti approfondiscono le rigide regole gastronomiche della famiglia reale e il tipo di dieta necessaria per affrontare un regno così lungo come quello d’Inghilterra. Per vivere e governare per così tanto tempo una regina deve avere una seria disciplina quando si tratta di mangiare.

Il suo ex chef personale, Darren McGrady, descrive in dettaglio i comportamenti alimentari della regina Elisabetta. Una delle regole più importanti a cui la sovrana si attiene è niente amidi. Il che vuol dire niente pasta, niente riso e niente patate. McGrady, che in seguito divenne lo chef personale della principessa Diana, attribuisce la figura snella di Sua Altezza alla sua avversione per l’amido. Ma se rifiuta la pasta, il riso e le patate e non mangia niente che sia condito con l’aglio, di che cosa si ciba Sua Maestà?

Chi pensa a menu stravaganti resterà deluso. McGrady ha dichiarato alla CNN che la regina Elisabetta di solito mangia un po’ di pesce alla griglia o in camicia quasi tutte le sere, con un contorno di verdure. A volte si concede un tradizionale arrosto della domenica o qualcosa di più ricco della sua solita cena a base di pesce, ma in genere la regina si attiene ai suoi standard, che sono decisamente alti.

Lo stesso vale per i suoi cani, che avevano un menu che includeva di tutto, dal coniglio all’agnello, manzo in camicia e pollo che sarebbero stati tagliati due volte per assicurarsi che non ci fossero ossa. Come per la Regina, però, anche per loro niente pasta, riso o patate.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti