WineLeather, la nuova pelle vegetale che nasce dal vino

Il WineLeather è un'idea davvero rivoluzionaria ed ecosostenibile al 100%: indiscusso predominio del Made in Italy

Fonte: Wikimedia

L’Italia ha a disposizione quantità incredibili di vinaccia. In molti hanno considerato da sempre questo materiale di scarto come un qualcosa di inutilizzabile. Eppure questa sostanza è alla base di un progetto davvero rivoluzionario che confermerà l’indiscusso predominio del Made in Italy nel settore dell’imprenditoria. Ad essere stravolto sarà, ancora per una volta, il campo della moda e della sartoria. La vinaccia permetterà di realizzare il WineLeather.

La qualità del progetto è stato già riconosciuta tramite un riconoscimento molto importante nel settore dell’economia circolare, ossia il Global Change Award H&M. Si tratta di un premio internazionale, di gran prestigio, attribuito ad idee promettenti ed originali. Il WineLeather nasce nel 2016 ed è concepita da Gianpiero Tessitore, architetto fondatore della Vegea.

WineLeather

La Vegea è una società di moda milanese. Suo scopo è produrre pelli ecologiche, sostenibili e vegetali. All’interno di questa compagine che l’architetto ha deciso di creare, partendo dagli oli e dalle fibre della vinaccia, un tessuto 100% vegetale. Gianpiero Tessitore ha dichiarato di essere soddisfatto di aver creato un nuovo materiale tutto nostrano. L’ispirazione nasce dalla volontà di voler unire due settori in cui primeggia il nostro paese, ossia vino e moda.

A breve saranno realizzati i primi cru del materiale. Tra le caratteristiche che rendono questo nuovo tessuto assolutamente competitivo risultano esserci il suo essere a basso costo, il suo essere molto simile alla pelle, il fatto che le materie prime, per ovvie ragioni, siano estremamente reperibili e il poter essere prodotto senza usare nulla di inquinante.

Altre caratteristiche

Il fatto che per essere prodotto non impieghi acqua, ma solo scarti di vino, rende questo nuovo tessuto un qualcosa di completamente ecosostenibile. Inoltre, non sarà necessario utilizzare concia di origine animale e ciò rende il prodotto anche free cruelty.

Vegea rientra in un contesto d’ampio respiro. Si tratta di una costola del Progetto Manifattura per lo sviluppo dell’economia circolare messo su da Trentino Sviluppo. Il WineLeather sarà ora presentato ad una rassegna molto importante, ossia VinItaly. Scopriremo in questi giorni quale sarà la risposta del pubblico. Per gli esperti del settore si tratta di una vera e propria rivoluzione.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti