Ebbene sì, Barack Obama sta scalando la classifica Billboard

L’ex presidente ha debuttato in 22esima posizione con "One Last Time (44 Remix)", remix gospel di un brano del musical Hamilton

Un passato da presidente degli Stati Uniti e un futuro glorioso da popstar? Le premesse, per Barack Obama, sembrano esserci tutte.

L’ex capo del governo americano ha infatti debuttato nella prestigiosa classifica R&B di Billboard grazie a “One Last Time (44 Remix)”. Il brano in questione è un remix gospel tratto da “Hamilton“, celebre musical ispirato alla vita di uno dei padri fondatori degli Stati Uniti e vincitore del Pulitzer per la drammaturgia nel 2016. La canzone, uscita lo scorso 22 dicembre, ha debuttato in 22esima posizione, e dopo pochi giorni era già stata ascoltata in streaming on demand per 307mila volte e scaricata a pagamento per circa 9mila volte.

One Last Time (44 Remix)” fa parte di fa parte di una serie di contenuti chiamati “Hamildrops“, fortemente voluti da Lin Manuel Miranda, produttore e regista di “Hamilton”, con lo scopo di raccogliere fondi per organizzazioni no-profit. Il brano in questione è un omaggio alla presidenza di Obama, che è stato appunto il 44esimo presidente degli Stati Uniti, e segna una collaborazione tra il cast di “Hamilton“, l’attore Christopher Jackson, il musicista gospel BeBe Winans ed Obama, che recita il discorso d’addio di George Washington.

Una bella soddisfazione per Barack, che non è comunque nuovo a questo genere di imprese. Già prima di “One Last Time (44 Remix)” l’ex presidente aveva conquistato le classifiche Billboard: nel 2009 “A Moment in History: The Inauguration of Barack Obama” finì al sesto posto per vendite di dvd, mentre ‘’Pop Off’’ di JX Cannon, che vantava un suo featuring, finì nel 2015 al decimo posto nella classifica Twitter degli artisti emergenti. Più volte, inoltre, il presidente ha curato delle personali classifiche musicali per riviste del settore, dimostrando di avere anche un impeccabile gusto in fatto di dischi ed una spiccata predilezione per la black music (chi lo avrebbe mai detto).  Insomma, che si tratti di elezioni politiche o entertainment, negli Stati Uniti molti continuano ad avere un debole per Barack Obama, che anche dopo la fine del suo mandato continua ad essere ricordato con affetto da tutti i suoi elettori. E chissà che presto non arrivi anche un disco.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti