Ennesima bufala sulla fine del mondo: Apocalisse il 23 aprile

Nibiru sarebbe pronto, nuovamente, a colpire la terra: la data dell'Apocalisse è lunedì 23 aprile, ma è l'ennesima bufala

I Maya avevano profetizzato la fine del mondo il 21 dicembre 2012, ma le notizie di un’Apocalisse imminente non sono così rare. L’ultima in ordine di tempo è quella che ha individuato nel 23 aprile la fine di tutto.

Se state già facendo i bagagli, per cercare di fuggire verso un posto sicuro, state calmi perché si tratta dell’ennesima bufala.

Secondo quanto gira in rete, infatti, il pianeta Nibiru dovrebbe colpire la terra il 23 aprile 2018, ma si tratta solamente di una leggenda. Che ciclicamente ritorna in auge. Infatti negli ultimi quindici anni è la quarta volta che si parla di una fine imminente causata da questo pianeta. Quando è stato dato l’allarme in precedenza? Nel 2003, nel 2012 e nel 2017.

Per tranquillizzare anche i più spaventati possiamo aggiungere che non esiste nessun pianeta Nibiru. Ma non solo, l’allarme di un’Apocalisse imminente sembra davvero simile alle vicende narrate in un film piuttosto famoso del 2011: “Melancholia”. Diretto dal regista Lars von Trier e presentato in concorso al Festival di Cannes, vede la terra minacciata dallo scontro con un pianeta. Pare che il visionario regista danese abbia preso spunto per la parte apocalittica proprio dalle varie teorie che affollano il web.

Quella che viene definita bufala di Nibiru prende il via nel 1995, circa, da una donna americana di nome Nancy Lieder.  Fondatrice del sito ZetaTalk, dice di essere una contattista (in ufologia sarebbe un individuo in contatto con civiltà e intelligenze aliene). La donna ha affermato che la Terra sarebbe dovuta essere distrutta da un grande pianeta di nome, appunto, Nibiru o Pianeta X.

I siti inizialmente ritennero che il passaggio dovesse avvenire nel 2012, ma ovviamente coì non è stato. Quindi la teoria in questi giorni è stata nuovamente ripresa, ma non ha rilevanza scientifica. Anzi a essere tirate in ballo sono diverse questioni: allineamenti planetari presunti, calcoli matematici che prendono in considerazione anche versi dell’Apocalisse e altro.

La bufala corre sul web anche per David Meade che ha scritto “Planet X, The 2017 Arrival” libro in cui ha spiegato che il pianeta avrebbe colpito la terra il 23 settembre 2017. Ora la data è stata spostata. Ma gli scienziati smentiscono addirittura l’esistenza del pianeta stesso.

La fine del mondo quindi non sarebbe per nulla vicina.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti