Che cosa succede al tuo corpo quando smetti di fumare

Perché smettere di fumare? Ecco tutti i benefici sul nostro organismo

Fonte: Wikimedia

Tutti sanno che fumare fa male. Non tutti però conoscono i danni della sigaretta. L’elenco purtroppo non è breve, ma la maggior parte dei fumatori ignora queste conseguenze. Per capire però quanto sia dannosa questa pessima abitudine basta smettere di fumare e registrare tutte le reazioni dell’organismo a tale scelta.

Gli esperti, infatti, hanno realizzato questo studio e messo a disposizione di tutti l’elenco dei benefici derivati dallo smettere di fumare. In molti potrebbero essere sorpresi da quanti e quali siano gli effetti della sigaretta sul nostro corpo. Spesso si associa il fumo al solo apparato respiratorio e ciò equivale a sottovalutare il problema.

Dopo 72 ore l’organismo ha già eliminato la nicotina presente nel nostro corpo

Il primo apparato a trarre beneficio da tale scelta è quello circolatorio. Basta smettere per soli 20 minuti ed ecco che battito cardiaco e pressione sanguigna tornano a valori accettabili. La nicotina, infatti, tende a stimolare una produzione maggiore di epinefrina e norepinefrina. Questi sono due mediatori chimici responsabili dell’aumento del battito cardiaco.

Dopo 2 ore cominciano a farsi sentire i terribili effetti dell’astinenza. Ciò accade perché a seguito di questo lasso di tempo l’organismo comincia a sentire la mancanza della dopamina. Stimolato dalla nicotina, questo neurotrasmettitore regola sonno ed umore. Per tale ragione insorgono disturbi del sonno, stress e nervosismo. Passano altre 8 ore e l’emoglobina viene epurata dalla presenza di anidride carbonica. Per questo motivo il livello di ossigeno nel sangue si normalizza. Una volta passate 72 ore il nostro organismo riesce ad espellere tutta la nicotina presente in esso.

Le campagne di sensibilizzazione

Smettere di fumare,inoltre, riduce il rischio di infarti e non solo. Appena 24 ore dopo aver rinunciato alla sigaretta  il senso del gusto e dell’olfatto migliorano notevolmente. Passate un paio di settimane si percepisce una funzionalità polmonare regolare.

Gli effetti della nicotina dunque non sono pochi. Questo spiega l’impegno che si sta adoperando in questo periodo per tentare di combattere la dipendenza da tabacco. Le campagne di sensibilizzazione, infatti, sono spesso innovative, a tratti crude, perché puntano a ridurre l’acquisto di sigarette e ad un loro uso meno smodato. Eppure questa è un’abitudine che fatica a sparire, nonostante sia ricca di conseguenze negative.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti