Cos'è il Tourist Trophy e qual è la sua particolarità

Un circuito ad alto rischio, la cui posta in gioco è molto alta e dove un solo errore potrebbe essere fatale, ma è la competizione che tutti sognano

Fonte: Twitter

Il Tourist Trophy è una tappa obbligata per i motociclisti che amano i circuiti adrenalinici. Non si può non fare questo percorso almeno una volta nella vita. In moto si potranno attraversare Francia e Gran Bretagna. Da qui si può poi salire a bordo della Steam Packet, dal porto di Liverpool o di Heysham.

Per raggiungere poi l’isola di Man, dove si trovo il circuito, non essendoci voli diretti, bisogna fare scalo a Londra, Birmingham, Manchester o Dublino, come principali aeroporti. Da qui, a bordo di un piccolo aereo, si atterra all’aeroporto di Ronaldsway, a sud dell’isola, nei pressi di Castletown.

Cos’è il Tourist Trophy

Il Tourist Trophy, anche noto con l’acronimo TT, è una vera e propria sfida motociclistica che ha luogo annualmente durante la prima settimana di giugno presso l’Isola di Man, nel Mare d’Irlanda. Tutti i motociclisti che amano le competizioni ad alta adrenalina scelgono di percorrere almeno per una volta nella loro vita questo circuito a dir poco incredibile.

Sull’isola si percorrono circa 61 km, passando tra le case, sfidando barriere come muretti e pali dell’illuminazione, ma soprattutto affrontando situazioni climatiche assai differenti tra loro. Tutto questo per più di un giro, chiaramente in relazione alle diverse categorie sportive. Quelle ammesse a partecipare sono Senior TT, Junior TT, Light e Ultra-weight TT, Sidecar TT e TT Zero.

Circuito ad alto rischio

E’ un circuito dove ci si gioca tutto, anche la vita. Sì, perché un errore durante questo pericoloso percorso, potrebbe anche risultare fatale! Sin dalla sua prima edizione, nell’ormai lontano 1907, non sono mancati incidenti mortali, l’ultimo dei quali è costato la vita a Yoshinari Matsushita, un veterano del motociclismo. L’incidente avvenne a Ballacrye, nella parte nord dell’Isola.

Lo stesso Valentino Rossi ha dichiarato di aver percorso una volta questo circuito incredibile sull’isola di Man, definendolo fantastico, ma anche molto pericoloso. Coloro che nel motociclismo si sono aggiudicati molte vittorie in questi anni del Tourist Trophy, vi sono Joey Dunlop, con ben 26 vittorie, John McGuinness, 19 vittorie e Mike Hailwood, 14.

L’isola di Man

Al di là del percorso di gara, l’isola di Man è davvero un piccolo angolo di Paradiso da scoprire. Del resto le gare del TT avvengono con giorni alterni, per cui si può anche decidere di fare un giro per l’isola. Tra le sue meraviglie, ricordiamo il Castello di Peel, il Laxey Wheel, una enorme ruota ad acqua, il cui nome è “Lady Isabella” ed ancora il Castle Rushen, il caratteristico villaggio di Cregneash, il museo House of Manannan, l’estrema punta nord dell’isola, così come un piccolo isolotto a sud, Calf of Man la spiaggia di Niarbyl e la capitale Douglas.

Chiaramente essendo qui per assistere alle gare di motociclismo, dovrete assicurarvi uno dei posti presso il Mountain Circuit, molti dei quali sono garantiti gratuitamente oppure acquistare un biglietto per la tribuna. Una delle quali è il Grandstand, lungo Glencrutchery Road, nel rettilineo di partenza e d’arrivo. Se preferite, vi sono poi anche i biglietti per TT Fanzones, tra i quali Nobles, Ballacrye, Creg-ny-Baa.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti