Ecco com'erano i menu del McDonald's negli anni '70

In quel decennio sono nati alcuni tra i prodotti più apprezzati del marchio

11 Giugno 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ha circa 40.000 sedi in tutto il mondo e un fatturato di miliardi di dollari: McDonald’s non è solo il re del fast food, è una delle aziende di maggior successo esistenti. Circa ottant’anni fa, i fratelli McDonald hanno aperto il loro ristorante con una visione molto diversa da quella che sarebbe poi diventata. Con il tempo anche il menu di McDonald’s è cambiato. Ad esempio sapete com’era negli anni ’70?

Alla fine degli anni ’60 negli Stati Uniti è stato lanciato il Big Mac, invenzione di Jim Delligatti, che aveva aperto il suo primo ristorante McDonald’s a Pittsburgh nel 1957 e negli anni ’60 gestiva una dozzina di negozi nella zona. Tuttavia, i ristoranti soffrivano di bassi volumi di vendita. Per risolvere questo problema, l’uomo ideò il sandwich a due piani con polpette di manzo, lattuga, formaggio, sottaceti e cipolle. L’ingrediente finale era una salsa che fino ad oggi rimane un segreto. All’inizio il nuovo panino fu venduto solo in uno dei negozi Delligatti, poi in tutti quanti. Visto il suo continuo successo, alla fine è stato distribuito a livello nazionale.

Il Quarter Pounder (Mc Royal Deluxe in Italia) è stato rilasciato a livello nazionale a partire dal 1973. È stato inventato da Al Bernardin, un dipendente aziendale di McDonald’s che voleva saziare i clienti con un hamburger più sostanzioso.

A metà degli anni ’70 è poi arrivato l‘Egg McMuffin da un’idea di Herb Peterson, che possedeva un McDonald’s a Santa Barbara, in California. Peterson credeva che McDonald’s potesse essere un ristorante di successo anche per le ore mattutine, ma non pensava che la gente volesse mangiare hamburger a colazione. Da fan delle uova Benedict, Peterson ha sperimentato una versione sandwich del piatto ed è diventata un successo.

Alla fine degli anni ’70 un manager pubblicitario regionale di McDonald’s St. Louis di nome Dick Brams suggerì un’idea che probabilmente non sembrava rivoluzionaria all’epoca: creare un pasto solo per i bambini. Nel 1979 è stato servito un Happy Meal a tema circense, che conteneva anche un giocattolo. A quei tempi, i bambini ricevevano uno stencil, un portafoglio, un braccialetto, una trottola, ecc… Al giorno d’oggi invece i giocattoli cambiano quasi ogni settimana.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti