Il gatto lupo: una nuova razza creata da una mutazione genetica

Malgrado la somiglianza, non si tratta di gatti Sphynx

12 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Se pensavate di averle viste tutte, con molta probabilità vi stavate sbagliando. È il momento che veniate a conoscenza dell’esistenza del Lykoi, un gatto che ha l’aspetto di un lupo mannaro. Questo a causa di una mutazione genetica del gatto domestico, per cui il felino non presenta pelo intorno agli occhi, naso, muso e orecchie.

Lykoi è un nome che viene dal greco e vuol dire gatto lupo. Stando al sito ufficiale di questa razza, come riporta GreenMe, a questo tipo di gatto piace cacciare intorno alla casa tutto quel che può trovare. È molto cauto con chi non conosce, ma sa essere dolce, fedele e affettuoso con il suo padrone. Non da ultimo, anche il suo carattere sarebbe più vicino a quello di un cane piuttosto che di un felino.

L’allevatore di Lykoi Johnny Gobble, tra i primi a selezionare la razza, ha dichiarato: “Non c’è stato alcun intervento umano per creare il gatto. Il gene è una mutazione naturale che è apparso nella popolazione del gatto domestico. Stiamo semplicemente utilizzando la genetica dei processi naturali”.

Tutto ha avuto inizio quando i Gobble hanno trovato i primi due gattini che presentavano il difetto. Hanno quindi creato una nuova razza, facendo in modo che gli esemplari fosseri del tutto sani prima di iniziare con l’allevamento. Sono stati condotti vari test per escludere la possibilità di malattie genetiche, mentre i dermatologi dell’Università del Tennessee hanno eseguito dei test per anomalie cutanee, visto lo strano mantello del Lykoi.

Si è scoperto che alcuni dei follicoli piliferi dei gatti non hanno tutti i componenti necessari per creare il pelo, e pure i follicoli sani non sono sempre in grado di mantenerlo. Il Lykoi quindi può diventare del tutto nudo per alcuni periodo di tempo. Il test del DNA ha inoltre confermato che questi gatti non sono Sphynx, la famosa razza di gatti senza pelo, malgrado la grande somiglianza.

L’allevatore ha spiegato: “Alla fine abbiamo scoperto che i gatti sono sani e la perdita di pelo non è dovuta ad alcuna malattia o disturbo noto. È stato stabilito che si trattava effettivamente di una vera e propria mutazione naturale, e il nostro programma di allevamento è iniziato”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti