Il logo Apple è un pulsante "segreto"

Molti possessori di iPhone non sono al corrente di questo trucchetto che rende la vita molto più facile

E’ il simbolo di una delle case di produzione di oggetti tecnologici più famose del mondo: la mela morsicata, invenzione del geniale designer Rob Janoff del 1976, non è però soltanto il logo della Apple.

Sugli smartphone Apple, gli iconici iPhone, la mela morsicata che si trova nella parte posteriore è anche un pulsante operativo, di cui non tutti conoscono l’esistenza. Inutile però che ora cerchiate di premerlo, non succederà nulla se non lo abilitate.

Dal sistema operativo iOS 14 in poi, infatti, sugli iPhone è stata abilitata la funzione di back tap, Tocco Posteriore, che è attiva dal 2020 ma che è disattivata di default e va configurata manualmente: tra l’altro può essere estremamente utile ed è completamente personalizzabile.

Come attivarla? Molto semplice, basta andare in Impostazioni, Accessibilità, Tocco e poi Tocco posteriore: a questo punto bisogna sceliere fra doppio tocco o triplo tocco ed associarlo alle varie opzioni disponibili. Che sono veramente molte: si può accedere alla fotocamera, al commutatore app, al centro di controllo, al blocco schermo, si può disattivare l’audio o accedere al centro notifiche. E’ anche possibile effettuare uno screenshot oppure chiamare Siri, oppure ancora accendere la torcia: tutto con un semplice doppio (o triplo) tap sul “pulsante segreto”, la mela morsicata che si trova sul retro di tutti gli iPhone.

Tutti possono usufruire di questa comodità, l’importante è che lo smartphone sia stato aggiornato a iOS 14 o superiori: eppure veramente in pochi conoscono questo trucco, che può essere veramente utile per sbloccare situazioni difficili come ad esempio trovarsi al buio.

Ultimamente i possessori di iPhone, soprattutto dell’ultimo uscito iPhone 13, stanno riscontrando invece qualche problema dovuto ad un bug: lo schermo diventa improvvisamente tutto rosa e il telefono si blocca. Che succede? Secondo la Apple, si tratta di un bug che si risolve facilmente aggiornando il telefono alla versione successiva del software. Sul web però si legge anche di utenti a cui il telefonino è stato sostituito dall’assistenza.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti