Invasione di topi, città prigioniera della piaga biblica

I topi hanno invaso molte città inglesi: per gli abitanti la situazione è catastrofica e molto pericolosa

13 Febbraio 2024
Alessia Malorgio

Alessia Malorgio

Content Specialist

Ha conseguito un Master in Marketing Management e Google Digital Training su Marketing digitale. Si occupa della creazione di contenuti in ottica SEO e dello sviluppo di strategie marketing attraverso canali digitali.

Fonte: https://it.123rf.com

L’Inghilterra invasa dai topi. Si tratta di una vera e propria piaga, che in molti definiscono biblica, al punto che è stato dispiegato un team di esperti di topi nella città di Blackpool, i cui abitanti sono stati tormentati dai roditori, che dopo un periodo di forti piogge sono usciti dai loro nascondigli in cerca del terreno più asciutto.

La consigliera locale Julie Sloman ha riferito che i ratti sono stati avvistati anche in diverse zone della città e ha avvertito della necessità di dotare anche i futuri progetti abitativi di misure per controllare i ratti, soprattutto durante le fasi di costruzione. Gli abitanti hanno visto i ratti fare nidi nei loro capanni, distruggere i fili delle auto e persino adagiarsi sui davanzali delle finestre, e molti hanno descritto la situazione come una piaga di proporzioni quasi bibliche.

Ora per risolvere il problema è stato ingaggiato un disinfestatore. “Credo che misure simili siano state adottate con successo in altre aree residenziali sulla costa di Fylde. Se un problema del genere non viene affrontato efficacemente, i ratti si sposteranno solo in altre aree – ha detto la consigliera Sloman – È stato importante valutare l’entità del problema per poterlo affrontare efficacemente, e abbiamo avuto segnalazioni di altre aree interessate.”

Il problema è diventato così grave che il team di salute ambientale del Consiglio di Blackpool è stato chiamato dopo che gli abitanti hanno scoperto che i ratti provenivano da un corso d’acqua vicino. Un portavoce del costruttore ha dichiarato: “Siamo a conoscenza e abbiamo agito in risposta ai problemi di controllo dei parassiti segnalati. Un funzionario ambientale ha visitato e confermato che un fosso esterno, non di proprietà di Lovell o collegato allo sviluppo, è stato influenzato dalle forti piogge con l’inondazione risultante che ha spinto i ratti a uscire dal loro habitat”.

I topi possono invadere le città perché trovano abbondanza di cibo, rifugi sicuri e condizioni di vita favorevoli all’interno degli ambienti urbani. Trovano facilmente cibo tra i rifiuti urbani, nelle dispense dei ristoranti o dei negozi, e nelle abitazioni. Le città offrono loro un’ampia varietà di nascondigli, come fognature, cantine, edifici abbandonati e spazi vuoti tra le pareti. Inoltre, la mancanza di predatori naturali nelle aree urbane permette ai topi di proliferare senza essere disturbati. I cambiamenti ambientali, come la costruzione di nuovi edifici o le modifiche nei sistemi di drenaggio, possono spingere i topi ad abbandonare i loro habitat naturali e a cercare nuove opportunità di sopravvivenza nelle città. La capacità dei topi di adattarsi rapidamente e la loro elevata capacità riproduttiva li rendono particolarmente abili a colonizzare le aree urbane e a diventare una presenza comune nelle città di tutto il mondo.

Sempre più spesso le città, oltre ad offrire ghiotte occasioni di cibo di facile accesso, come immondizia non protetta, rifiuti alimentari, depositi di cibo in magazzini e ristoranti, in città ci sono ambienti favorevoli con abbondanza di nascondigli e rifugi, come tubi di drenaggio, fognature, cantine e spazi vuoti all’interno degli edifici. Le trasformazioni urbane, però, possono disturbare l’habitat naturale dei topi, spingendoli a cercare nuovi territori e risorse all’interno delle città.

Negli ambienti urbani, i predatori naturali dei topi, come serpenti, gufi e falchi, possono essere meno presenti, consentendo ai roditori di proliferare senza essere controllati. In alcune circostanze, le condizioni climatiche, come le piogge intense o le inondazioni, possono spingere i topi a cercare rifugi più sicuri all’interno delle strutture urbane. Inoltre, le città spesso forniscono un ambiente ideale per la riproduzione dei topi, poiché possono trovare riparo, cibo e condizioni di vita adatte alla loro sopravvivenza.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti