La storia dell'artista che disegna con la luce del sole

Si chiama Michael Papadakis e su Instagram pubblica le sue opere uniche al mondo: usa la luce, specchi e tavole di legno.

29 Maggio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Michael Papadakis Instagram

L’arte ha tantissime e molteplici letture e, allo stesso modo, può prendere vita e forma attraverso infiniti strumenti e modalità. Ma Michael Papadakis – possiamo dirlo – riesce a realizzare opere indubbiamente uniche.

Come scrive Green Me, l’artista ha infatti bisogno di tre strumenti, apparentemente semplici ma non così scontati: uno specchio, una tavola di legno e il sole. Su Instagram, dove conta già 20mila follower, non a caso si definisce un “regista della luce”, aggiungendo un’intrigante didascalia: “Il tuo sole, la tua storia”.

Originario del Colorado – negli Stati Uniti – Michael ha una storia da raccontare veramente sui generis: nel 2012, mentre percorreva la Via della Seta in cerca di ispirazione e con lo zaino pieno di colori e pennelli, ha scoperto l’eliografia. Si tratta di un procedimento di riproduzione di immagini inventato da Joseph Nicéphore Niépce intorno al 1822, che Michael ha adattato alle proprie esigenze usando una lente di ingrandimento per dipingere, con l’aiuto necessario ovviamente della luce solare e di specchi per indirizzarla.

Una volta appresa e perfezionata la tecnica, Michael si è poi specializzato dopo essere tornato negli USA e, ad oggi, realizza incisioni e persino opere audiovisive. La sua tecnica si basa, in breve, sul principio di rifrazione: “Con una lente d’ingrandimento in una mano e un pezzo di legno nell’altra – spiega – lascio che il sole sia la mia guida. Volevo essere un artista e un viaggiatore, ma non volevo portare tutto il peso sul mio zaino”. Se questa spiegazione, di per sé, continua a risultarvi poco chiara (il procedimento è in realtà semplice, ma non di facile spiegazione), vi basterà andare sul profilo Instagram di Michael: ci sono foto delle sue creazioni, ma anche video realizzati ad hoc per spiegare in che modo le sue opere prendono forma e vita, senza l’utilizzo di colori e pennelli.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti