Luis Sepúlveda, La gabbianella e il gatto: dove rivedere il film

Scomparso nella giornata di giovedì 16 aprile, Luis Sepúlveda viene ricordato con il film animato ‘La gabbianella e il gatto’. Ecco dove.

17 Aprile 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La notizia della sua scomparsa ha addolorato il mondo: gente comune e intellettuali non hanno potuto fare a meno di omaggiare Luis Sepúlveda con un ricordo personale o una citazione. Anche la tv onora la memoria del grande scrittore e lo fa attraverso uno dei lavori più belli ispirati alle sue parole.

Il primo appuntamento sul piccolo schermo è su Italia 1 venerdì 17 aprile, alle 16.20, con La gabbianella e il gatto, lungometraggio animato che si basa sul romanzo dell’autore cileno naturalizzato francese Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare (1996).

Un vero e proprio capolavoro che il disegnatore Walter Cavazzuti insieme a Michel Fuzellier per le ambientazioni trasformò nel 1998 in un gioiello del grande schermo. Vincitore di un Nastro d’Argento speciale per la regia di Enzo d’Alò, ad oggi La gabbianella e il gatto è il film d’animazione italiano più visto di sempre anche grazie a un cast di doppiatori di prim’ordine.

Oltre a Carlo Verdone (che diede voce a Zorba il Gatto) e Antonio Albanese (il Grande Topo), infatti, lo stesso Sepúlveda si prestò a fare da voce narrante della pellicola nel ruolo del poeta. A completare il quadro, la colonna sonora di David Rhodes (al lavoro anche con Peter Gabriel) interpretata da Samuele Bersani, Ivana Spagna, Gaetano Curreri e Leda Battisti.

Il film, disponibile anche su Infinity, è la storia della gabbianella Kengah che, intrappolata in una macchia di petrolio nel Mare del Nord, riesce ad affidare al gatto Zorba il proprio uovo. Per mantenere fede alle promessi fatte, dopo la schiusa il micio dovrà prendersi cura del nuovo nato insegnandogli a volare.

Toccante e delicato come pochi altri lavori della letteratura contemporanea, Storia di una gabbianella è a buon diritto diventato uno dei titoli più amati di sempre. Ed è forse il modo migliore con cui ricordare lo scrittore.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti